San Marino Teramo, Tercas. Intercettati fedelissimi Di Matteo verso Smib

Scrive Maurizio Di Biagio di Il Messaggero – Abruzzo sotto il titolo:   Salgono a otto le lettere di contestazione verso i presunti dipendenti infedeli intercettati al telefono con l’ex d.g. Di Matteo


E’ aumentato infatti ad otto il numero totale dei dipendenti Tercas cosiddetti «infedeli», che in buona sostanza avrebbero, a detta della Procura di Roma, fornito informazioni all’ex direttore Antonio Di Matteo anche dopo la sua partenza da Corso San Giorgio. Dunque, alle quattro lettere di contestazione spedite qualche giorno fa se ne sono aggiunte altrettante che non riguarderebbero solo l’aspetto delatorio ma anche la cosiddetta «banca
parallela
», in buona sostanza la
Smib di San Marino.

Si era letto in una ordinanza del gip: «Dalle attività di captazione  è emerso che lo stesso
Di Matteo, avvalendosi dell’ausilio di dipendenti della Tercas riesce ad
ottenere informazioni circa la gestione della banca da parte del commissario
straordinario, con riguardo anche alle posizioni dei clienti affidati nel
periodo della sue gestione che utilizza poi per attuare sue personali strategie
operative
».

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy