San Marino. Truffa e calunnia, assoluzione e condanna

Truffa e calunnia, assoluzione e condanna

ANTONIO FABBRI – Accusato di truffa e calunnia, ex amministratore della V-Power è finito assolto per la truffa e condannato, con pena sospesa, per la calunnia. La vicenda per la verità era molto controversa. La parte civile, difesa dall’avvocato Sabrina Lettoli, sosteneva di avere dato 200 mila euro, prevalentemente in contanti, all’amministratore, difeso dall’avvocato Francesca Maria Bacciocchi, per l’acquisto di quote societarie. Sentito in aula, tuttavia, non ha saputo chiarire la provenienza del denaro né se vi fosse documentazione a sostegno di questa consegna di somme. Tanto che la Pf Giorgia Ugolini, nella requisitoria finale, ha chiesto l’assoluzione da tutti i capi di imputazione con formula dubitativa. Non così la parte civile che aveva chiesto la condanna e il risarcimento del danno.

La difesa ha invece fatto istanza di assoluzione, arrivata dunque per l’imputazione di truffa, non per la calunnia, riscontrata dal giudice in una denuncia non fondata che era stata fatta dall’imputato. La difesa valuta l’appello.

 

Articolo tratto da L’informazione di San Marino pubblicato integralmente il giorno dopo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy