San Marino. UDS sul referendum: “Ora la politica deve mettersi al passo con i cittadini”

UDS sul referendum: “Ora la politica deve mettersi al passo con i cittadini”

Unione donne sammarinesi esorta le istituzioni a rispettare i tempi e a predisporre una normativa sull’Ivg moderna ed efficace

ANTONIO FABBRI – E’ la prima volta, dopo il voto referendario del 26 settembre, che l’Unione Donne Sammarinesi incontra la stampa e lo fa da un lato per commentare l’esito del voto e dall’altro per annunciare che l’impegno per i diritti civili, sia sul piano interno che a livello internazionale, continuerà. “La vittoria schiacciante del sì con il 77,3% dei votanti, ci dà indicazione di come la nostra cittadinanza fosse pronta da tempo a dare dignità di persona alle donne sammarinesi – ha affermato Francesca Nicolini – Anche se questa parte di territorio è accusata frequentemente di provincialismo, in realtà la cittadinanza ha dimostrato di essere ben conscia che avere più diritti fa vivere meglio tutti”. (…)

Tratto da L’informazione di San Marino

Leggi l’articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy