San Marino. Uscire dalla black list la vera priorita’, Giorgio Felici

Annalisa Boselli di Corriere Romagna San Marino:  Documento alla forze politiche sui temi da affrontare. Il segretario Federindustria Cdls: «In un anno possiamo riprenderci» /
«Priorità, via dalla black list» /
La richiesta dei sindacati ai politici. Felici: «Così usciamo dalla crisi»

SAN MARINO. «Uscire dalla
black list. Se questo avverrà,
nel giro di un anno ci riprendiamo
dalla crisi economica».
Lo sostiene Giorgio Felici, segretario
della Federindustria
della Cdls, che spiega come uscita
dalla black list sia la
«priorità delle priorità» e il
primo punto del documento
di tre pagine che la Centrale
sindacale unitaria presenterà
nei prossimi giorni alle forze
politiche come lista delle
questioni di cui si dovrà occupare
il prossimo governo.

A
rendere ancora più urgente
questa necessità sono i dati
sulle aziende che hanno chiuso
(ne sono sparite quasi 180
da un mese all’altro, da giugno
a luglio) e quello dei disoccupati
(818, 267 tra i 20 e i
29 anni).

«I dati di ieri confermano
– afferma Felici – ancora
una volta che le priorità
che abbiamo individuato da
tempo e le segnalazioni fatte
rispetto all’emergenza sociale
non sono campate per aria.
Sono, purtroppo, drammaticamente
reali.

E, in più, i dati
diffusi non tengono conto di
altri fattori di gravità ancora
più emergenti: aumenta il ricorso
alla cassa integrazione
e il numero di aziende in mobilità
».

Vengono autorizzate
in media 2.000 ore al mese che
significano circa 300 persone
in cassa integrazione. Tutti
dati che nascondono situazioni
reali e di cui – sostiene Felici
– ancora la politica non si
sta occupando
(…)

 

 

 

 

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI

OGGI

OGGI I

GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette

di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy