San Marino. Usl fa il punto sulla situazione del Paese

“Nella giornata di ieri si è tenuto un Direttivo Confederale dell’Unione Sammarinese dei Lavoratori, per l’analisi dell’attuale situazione del Paese. E’ stata illustrato il contenuto della bozza di Riforma Previdenziale sulla quale il Direttivo USL richiama alla necessaria prudenza per evitare scelte irreversibili non coerenti con l’intero impianto normativo del Paese, tenuto conto di criteri di sostenibilità e non di mera contabilità”.

Lo riporta un comunicato stampa di USL. “La riforma pensionistica deve essere inserita in un contesto più articolato di interventi a tutto campo, aspetti fiscali, giuslavoristici. La richiesta scaturita dal Direttivo è quella di portare avanti parallelamente altre riforme strutturali fondamentali per il paese e sempre contemporaneamente tutta la parte riguardante la solidarietà sociale per puntare sempre più ad uno stato sociale esteso, forte e universalistico. Inoltre, è fondamentale ripensare al sistema della Previdenza complementare affinché diventi realmente un “Secondo Pilastro” specie per le future generazioni.
Un forte richiamo, perciò, ad una visione strategica per il futuro del Paese, mettendo da parte le divisioni ed i facili slogan, ma lavorando sinergicamente per il bene comune e non per perseguire interessi di parte.
Durante il Direttivo si è discusso anche del sistema bancario e finanziario, nonché degli attinenti Decreti sulla cartolarizzazione dei crediti deteriorati e quello relativo alle disposizioni in materia di procedura civile.
Critico, infine, il Direttivo USL sulla gestione del Pubblico Impiego, pesano in particolare i ritardi nella regolarizzazione dei pubblici dipendenti e la “precaria” gestione del comparto sanitario che sta’ attraversando un momento di alta fragilità.
Per Unione Sammarinese dei Lavoratori occorre puntare sul rilancio delle prestazioni sociali e la creazione di posti di lavoro, sulla valorizzazione delle competenze, il recupero dell’efficienza, la certezza del diritto, passando in primis per le azioni di responsabilità e attraverso un reale e virtuoso accertamento dei redditi, solo così si potrà superare l’attuale stallo in cui si trova la nostra amata Repubblica”.

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy