San Marino. Vaccini, “stupore per le parole di Sassoli”

“Proviamo stupore per le parole espresse da David Sassoli sulla questione vaccini e vorremmo ricordare lui come sono avvenute le cose. Tutti ricordano che ad un certo punto non arrivavano i vaccini in Italia a causa dei ritardi dell’Europa, la quale aveva stipulato appositi contratti con le ditte produttrici come Moderna, Pfizer ed Astrazeneca le quali, non dovendo soggiacere a penali si sono viste svincolate dagli impegni assunti e forse hanno venduto il prodotto al miglior offerente. Lo vogliamo sottolineare”.

Lo scrive il Comites. “Questo ha fatto sì che l’Italia non potesse disporre di quei vaccini che da accordi intercorsi dovevano rifornire San Marino, e quindi il governo della piccola Repubblica di conseguenza si è rivolto al mercato, pressato come era dai numeri estremamente alti dei contagi e dalla aspre critiche dei cittadini. Vogliamo ricordiamo le nostre continue suppliche alla politica italiana per un intervento immediato. Ma nessuno ci ha ascoltato, e sfuggenti ed evasive sono state le risposte. Quindi si è offerta la Russia che ha donato parte dei vaccini al nostro piccolo Stato che oggi purtroppo si trova in forti in difficoltà economiche. Cosa avrebbe dovuto fare San Marino? Attendere ancora la “manna dal cielo”? Vorremmo ricordare a David Sassoli che noi rappresentiamo i cittadini Italiani residenti a San Marino che attualmente sono ben 16.000 in 61 metri quadrati! Vorremmo il dovuto rispetto che la nostra appartenenza all’Europa esige. Se poi ci è stato inoculato lo SPUTNIK perché altra possibilità a noi cittadini non ci è stata riservata, non ci si può addebitare alcuna colpa. Siamo stupiti dalle esternazioni di Sassoli e segnaleremo forte il nostro disappunto a tutte le autorità e a tutti i canali di comunicazione e informazione. Inoltre oggi si parla di inoculare come terza dose un vaccino certificato EMA per avere accesso al Green Pass, e noi vorremmo rassicurazioni e studi che certifichino che questa cosa si possa fare in assenza di controindicazioni; grazie”

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy