San Marino. Violazione della legge sui giochi In due finiscono sotto processo

Torna in tribunale un altro caso relativo alla violazione della legge sui giochi che, probabilmente, avrebbe necessità di un intervento di aggiornamento, visto quanto sta emergendo nelle udienze.

ANTONIO FABBRI – Il caso nasce da un controllo della Polizia civile in un esercizio pubblico. Qui con un proprio computer l’imputato, che si trova sotto processo assieme alla titolare del negozio, consentiva a degli utenti di fare delle puntate on-line al gioco del lotto, cui è possibile giocare registrandosi con un account personale.

Il nodo è proprio questo: se per la legge sammarinese sia possibile, con un account personale, effettuare delle giocate on-line. Secondo gli esponenti dell’Ente di Stato dei giochi, non essendo previsto dalla legge, non sarebbe consentito, ma non pare pacifico. In particolare, però, viene contestato che le giocate, seppure fatte attraverso account personale, vengano effettuate in luogo pubblico

Il processo, davanti al Comissario Simon Luca Morsiani con gli imputati difesi dagli avvocati Silvia Cecchetti e Rossano Fabbri, è stato aggiornato a nuova data.

 

Articolo tratto da L’informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 22

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy