San Marino. “Violenza e risse, massimo supporto alle nostre forze dell’ordine”

“I Giovani Democratico Cristiani di San Marino si uniscono alle parole di preoccupazione e sdegno, già espresse da alcuni politici ma in particolar modo dai residenti di Borgo Maggiore e Città, per gli incresciosi episodi avvenuti nella notte tra sabato e domenica”.

Questa la posizione espressa dal movimento giovanile della DC in merito ai recenti fatti di cronaca che hanno interessato la Repubblica. “Una preoccupazione che è legittima, perché in questi giorni il discrimine del coprifuoco rispetto alla vicina Italia ha avvicinato al nostro territorio tutta una serie di persone, specialmente giovanissimi, che si sono riversate – in alcuni casi senza controllo – nei locali e nelle piazze della nostra Repubblica.

I partiti si devono interrogare su quanto sia importante decentrare alcune iniziative e soprattutto poterle controllare al cento per cento dotando le nostre forze dell’ordine, a cui va un sentito ringraziamento per il prezioso lavoro svolto con grande professionalità e correttezza, di tutti gli strumenti legali, dei mezzi, del personale e delle risorse necessarie a poter prevenire determinate situazioni.

Non vogliamo tornare nuovamente sui singoli episodi, ma senza ombra di dubbio il clima avvertito nelle ultime settimane è qualcosa che non si respirava da tempo all’interno del nostro territorio, tanto che molti dei nostri giovani si sono detti preoccupati e intimiditi nell’uscire di casa. Abbiamo assistito a tentate rapine, risse e forme di violenza, addirittura nei confronti delle nostre forze dell’ordine. Questo non è assolutamente tollerabile. Occorre mettere in campo tutti gli sforzi per tutelare la pace e la vivibilità della nostra Repubblica, salvaguardando allo stesso tempo la possibilità per i nostri locali e i nostri pubblici esercizi di lavorare in maniera serena. E allo stesso tempo occorre rivolgere un pensiero alle nostre forze dell’ordine, in prima linea su questo delicato fronte. Tutela e aiuto alle nostre forze dell’ordine: sono questi i due concetti chiave su cui intendiamo insistere, perché non possiamo permetterci che ci siano giovani che si sentano in diritto di approfittare degli spazi di libertà concessi dalla nostra Repubblica, portando disordine e generando preoccupazione”.

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy