Si ferisce in segheria: 44enne di Rimini rischia l’amputazione del braccio

L’uomo è il titolare di una ditta che commercializza legna da ardere e pellet. È stato “tradito” da una sega a nastro. Soccorso d’urgenza con l’elicottero. L’uomo al momento è ricoverato nel reparto di Ortopedia del Bufalini. Ora si attende il decorso delle ferite.

ERIKA NANNI – Un altro, l’ennesimo incidente sul lavoro, si è verificato ieri pomeriggio a Santa Maria in Cerreto, nelle campagna del comune di Rimini, dove un uomo di 44 anni è rimasto gravemente ferito al braccio sinistro tagliandosi con una sega a nastro. Al momento, si trova ricoverato nel reparto di Ortopedia dell’ospedale Bufalini di Cesena e non è escluso che se le ferite non dovessero rimarginarsi correttamente, i medici siano costretti ad amputargli il braccio.

Il ferito, Giacomo Stagno, è il titolare di una ditta individuale che si occupa della commercializzazione di legna da ardere e pellet. Il ferimento al braccio, infatti, è avvenuto proprio sul luogo di lavoro, nella sua azienda in via Maceri. (…)

Articolo tratto dal Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy