Sintesi e giudizio sul primo incontro col Governo sulle politiche sociali

L’agenda sociale comincia a riempirsi di impegni. E’ lungo l’elenco dei temi affrontati nel pomeriggio di venerdì 11 aprile da governo e Centrale Sindacale Unitaria.

PRIMA CASA – L’Esecutivo ha annunciato l’intenzione riprendere il progetto di legge sul tema già presentato lo scorso anno dal precedente Governo, che prevede alcune forme di agevolazione e snellimenti nelle procedure burocratiche per favorire l’acquisto della prima casa.

La CSU, da parte sua, nel confermare che si tratta di una serie di misure utili, ha tuttavia sottolineato che tale progetto non risponde in pieno alla necessità, lungamente posta dal sindacato, di un ruolo più attivo da parte dello Stato, affinché eserciti una forma di controllo del mercato immobiliare, per far sì che i costi delle case non siano soggetti unicamente alle dinamiche speculative, e per il rilancio della edilizia sociale.

PREZZI – È stata dichiarata da parte del Governo la disponibilità a svolgere un ruolo attivo rispetto alla problematica del caro-vita, come ripetutamente richiesto – anche con lettere specifiche – dal sindacato e dalle associazioni dei consumatori. In tal senso il Segretario di Stato competente ha annunciato che convocherà un incontro con le associazioni di categoria e con le principali catene di distribuzione, per verificare la possibilità di mettere in campo iniziative mirate per contenere il costo dei generi di prima necessità.

TARIFFE – Mentre da un lato il Sindacato è tornato ad evidenziare come l’aumento delle tariffe dei servizi pubblici avvenuto lo scorso anno, pari al 15% in un colpo solo, abbia provocato serie difficoltà ai redditi dei cittadini, da parte sua il Segretario di Stato competente ha annunciato che l’Azienda dei Servizi ha presentato a sua volta una proposta di ulteriore aumento degli importi tariffari, motivandola con l’incremento del costo del petrolio e delle materie prime.

Su queste proposte dell’AASS verrà convocato un incontro specifico. La CSU ha commentato: “non vorremmo che dopo aver posto il problema dell’eccessivo aumento delle tariffe delle utenze domestiche, si andassero ad applicare nuovi aumenti…”

SAN MARINO CARD – L’Esecutivo ha annunciato il prossimo avvio della San Marino Card, uno strumento che assicura agevolazioni e forme di sconto ai cittadini nel consumo di beni e servizi, e che va a promuovere gli acquisti sul territorio.

FARMACI – È stata annunciata dall’Esecutivo la volontà di reintrodurre nel Prontuario farmaceutico alcuni farmaci che negli ultimi erano stati esclusi, divenendo quindi a pagamento, oltre all’intenzione di abbassare i costi e prevedere delle forme di sconto per i farmaci da banco.

MENSE – Nel ritenere un passo in avanti l’annunciata prossima apertura della mensa di Tavolucci, la CSU ha nuovamente posto la necessità di realizzare un terminale mensa nella zona di Rovereta, che – nonostante sia divenuta la più vasta area industriale della Repubblica – è tuttora sprovvista di questo servizio. Pertanto, il Sindacato ha chiesto per l’ennesima volta al Governo di compiere una approfondita verifica per ricercare una ubicazione idonea per prevedere la realizzazione di una nuova mensa in questa area strategica.

ASILI NIDO – Per il Sindacato il servizio di asilo nido nel complesso è ancora insufficiente, e non esiste libertà di scelta tra pubblico e privato, in quanto le tantissime famiglie in lista d’attesa che non trovano posto nelle strutture pubbliche, devono forzatamente ricorrere agli asili nido privati, con costi superiori. Pertanto, la CSU ha ribadito la richiesta di ampliare in modo significativo le strutture pubbliche di asilo nido.

ASSEGNI FAMILIARI – Il Governo ha assunto l’impegno di presentare una proposta operativa di aumento degli assegni familiari, necessità questa ripetutamente rivendicata dal Sindacato; proposta che verrà sarà sottoposta al confronto con la CSU in un prossimo incontro specifico che si terrà il 29 aprile (sarà affrontato anche il tema dei frontalieri).

Oltre a confermare gli incontri in programma nei prossimi giorni su temi specifici come la politica dei redditi, gli ammortizzatori sociali, l’Esecutivo ha altresì annunciato l’avvio di un tavolo di confronto specifico sulle politiche per gli anziani, mentre ha confermato l’intenzione di convocare nuovi incontri per la prosecuzione del confronto sulla riforma pensionistica, sia sul primo che sul secondo pilastro.

Annunciato anche un tavolo di confronto sulla seconda fase della riforma fiscale e sulla riforma del catasto.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy