SS16 a Rimini, dal 17 marzo maxi cantiere per la realizzazione di due rotatorie e cinque sottopassi

Statale 16, dal 17 marzo cambia la viabilità

MARIO GRADARA – Segnatevi la data: 17 marzo. È l’avvio di una via crucis per gli automobilisti che durerà almeno venti mesi. Quelli che serviranno a chiudere gli ultimi due “buchi neri” sulla Statale 16. Interventi per 10 milioni di euro a carico di Autostrade per l’Italia (cantiere affidato alla Cbr), parte delle opere complementari legate alla terza corsia dell’A14. “Un giorno atteso da almeno 15 anni nel quale entreranno nel vivo i lavori per ricucire la storica frattura del territorio – spiega il sindaco Jamil Sadegholvaad –, eliminare gli ultimi semafori e ricompattare la città a mare e a monte dell’Adriatica: abbattiamo un altro muro dopo quello della stazione”. Due maxi-rotatorie, una all’intersezione con via Montescudo-Coriano; l’altra – gigantesca con i suoi 110 metri di diametro – con la Consolare 72 San Marino. E cinque sottopassi ciclopedonali. “Ci saranno disagi – aggiunge il sindaco – e ce ne scusiamo, ma Rimini è in cambiamento, e solo se non si fa niente non ci sono errori né disagi. Abbiamo scelto la strada coraggiosa di dare un futuro alla città”. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy