Sulla legge per gli ammortizzatori sociali

Per percepire l’indennità di disoccupazione va presentata specifica domanda presso l’ISS; occorre essere iscritti al collocamento. Parificata l’indennità di disoccupazione alle condizioni italiane


La CSU esprime soddisfazione per l’approvazione, da parte del Consiglio Grande e Generale, del provvedimento stralcio “Interventi urgenti in materia di ammortizzatori sociali”, riguardante la riforma dell’indennità di disoccupazione e l’estensione della Cassa Integrazione Guadagni.


Si tratta di un provvedimento legislativo voluto tenacemente proprio dalla CSU, che fin dall’inizio del confronto nell’ambito del tavolo tripartito, aveva insistito sulla necessità di estrapolare – dal pacchetto complessivo di riforma degli ammortizzatori sociali – questi due aspetti specifici, proprio per il loro carattere di urgenza. Quelle contenute nel provvedimento stralcio, sono misure importanti per fornire ai lavoratori più colpiti dalla crisi adeguate forme di sostegno economico. Nello specifico, il provvedimento prevede:


1) La riforma dell’indennità di disoccupazione, misura che riguarda tutti i lavoratori con contratto a tempo determinato e coloro che non hanno superato il periodo di prova, sammarinesi o residenti. Con questo provvedimento, è stato colto anche l’obiettivo fondamentale, posto dalla CSU, di parificare la durata e l’importo della disoccupazione, ai cambiamenti intervenuti in Italia, evitando così disparità di trattamento tra i lavoratori sammarinesi e i loro colleghi italiani.

L’indennità di disoccupazione viene corrisposta per 8 mesi, periodo che arriva a 12 mesi per i lavoratori con oltre 50 anni. Per i primi sei mesi si percepisce il 60% dello stipendio, poi tale percentuale si riduce (l’indennità erogata arriva comunque fino ad un massimo di 800 euro al mese).


Per avere diritto all’indennità di disoccupazione, occorre avere almeno un anno di contributi negli ultimi due anni; nel caso i contributi siano inferiori all’anno, ma di almeno sei mesi, l’indennità di disoccupazione corrisponde al 30% della retribuzione per tre mesi.

Per percepire l’indennità di disoccupazione va presentata specifica domanda presso l’ISS (Ufficio prestazioni economiche temporanee); occorre essere iscritti al collocamento alla data di entrata in vigore della legge (1° agosto 2009), e rendersi immediatamente disponibili ad una nuova occupazione, non solo nel settore pubblico.

2) l’estensione della Cassa Integrazione ad alcuni settori dei servizi finora non coperti. Pertanto, i lavoratori di questi settori possono anch’essi usufruire di forme di sostegno economico qualora le aziende incorrano in periodi di crisi. Oltre a ciò, sono stati ampliati gli strumenti e destinate specifiche risorse economiche a favore delle aziende difficoltà, con l’obiettivo di ridurre, o quantomeno posticipare il più possibile, le riduzioni di personale.


Ora, l’auspicio del Sindacato è che riprenda al più presto il confronto al tavolo tripartito per definire il pacchetto complessivo degli ammortizzatori sociali, e giungere in tempi brevi alla approvazione anche di questa legge; si tratta di uno dei diversi impegni sanciti nell’”Accordo tripartito sui rinnovi contrattuali e sugli interventi a sostegno dell’economia e dell’occupazione”, che le parti sono impegnate a portare a termine entro il 30 novembre 2009.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy