Sulle riforme, il Patto c’è!

Comunicato stampa
Il Patto per San Marino, seppure con le difficoltà di assicurare la costante presenza in aula di tutti i suoi consiglieri per la lunga ed impegnativa sessione consiliare che si articola su un’intera settimana, dinnanzi all’importanza dei provvedimenti all’ordine del giorno e delle importanti decisioni per il futuro della nostra Repubblica, si prende la responsabilità di assicurare il numero legale in aula.
Il Patto prende anche atto, purtroppo, della decisione delle opposizioni di non assicurare una presenza significativa in aula e di non ritenere importante contribuire ad assicurare la regolarità dei lavori, nel momento di avviare le varie sedute consiliari.
Nella giornata di oggi, dopo un primo appello nel quale su 32 consiglieri del Patto ne mancavano 3, a distanza di 30 minuti la maggioranza ha assicurato la presenza del numero legale necessario, nonostante la decisione delle opposizioni di abbandonare l’aula. Il Consiglio Grande e Generale ha, quindi, iniziato regolarmente i propri lavori.
A quanto sembra l’atteggiamento di abbandonare l’aula al momento dell’avvio delle sedute consiliari, sarà riproposto dalle opposizioni per tutto l’arco dei lavoro. L’ostruzionismo è uno strumento politico legittimo, ma secondo il Patto inopportuno e poco responsabile nel momento di prendere decisioni importanti per il futuro di tutti i sammarinesi. La stessa scelta, da parte delle opposizioni, di prolungare il comma comunicazioni per un’intera giornata, nonostante i molti argomenti all’ordine del giorno, conferma l’atteggiamento ostruzionistico. Prendiamo, comunque, atto di questa scelta delle opposizioni pur non condividendola.
Nella corrente sessione del Consiglio Grande e Generale saranno affrontati provvedimenti molto importanti, come l’assestamento di bilancio 2010, la riforma della pubblica amministrazione, il completamento della riforma pensionistica, la salvaguardia del sistema bancario e finanziario, l’operatività della commissione d’inchiesta sulla criminalità organizzata, ed altro ancora.
Il Patto per San Marino assicurerà il massimo del proprio impegno, per sostenere gli interessi del Paese, in questo Consiglio Grande e Generale ed in ogni altra occasione. Il Patto, comunque, si appella al senso di responsabilità di tutti quei consiglieri di opposizione che ritengano importante assicurare un proprio contributo per il futuro del Paese.
 
San Marino 24 ottobre 2011

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy