Tentativo di stupro a Marina Centro di Rimini, salvata da un tunisino

Violenza sessuale, resistenza a pubblico ufficiale, porto abusivo di oggetto atto ad offendere e mancata esibizione di documenti: quattro le imputazioni per Kalid Jerosi, il marocchino di 34 anni che domenica sera, completamente ubriaco, verso la mezzanotte ha tentato di violentare una donna di 28 anni.
L’aggressione è avvenuta lungo viale Principe Amedeo a Marina Centro, dove la ragazza attendeva il Tram. L’uomo ha notato la donna e l’ha avvicinata, importunandola. Poi è passato alle mani, immobilizzandola. La donna è riuscita a fuggire chiamando aiuto: in suo soccorso sono intervenuti un immigrato tunisimo e un uomo di Faenza, che hanno bloccato l’aggressore e chiamato il 112. L’uomo è stato arrestato ma ha continuato a dare in escandescenze anche in caserma. Stamane comparirà davanti al giudice per l’udienza di convalida, come riporta Andrea Rossini sul Corriere Romagna.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy