Tesseramento 2012. CDLS: insieme oltre la crisi

Tesseramento 2012  
CDLS: insieme oltre la crisi
SAN MARINO 30 GENNAIO 2012- Rinnovi contrattuali, riforma fiscale e appuntamento congressuale. Sono i punti chiave della lettera del segretario CDLS, Marco Tura, inviata ai circa 3.500 iscritti in occasione della campagna tesseramento 2012. Carta Risparmio: sono 43 le convenzioni che garantiscono agli iscritti e alle loro famiglie sconti in diversi esercizi commerciali, banche, assicurazioni e studi medici della Repubblica.
L’anno appena iniziato – scrive Marco Tura – coincide con il percorso di avvicinamento al 14° congresso della Confederazione Democratica.  Oltre la crisi, nell’equità e nella giustizia sociale, questo il tema e insieme il messaggio che abbiamo scelto per celebrare  l’appuntamento congressuale, che si terrà nelle giornate del 22-23-24 marzo”.
Dall’ultimo Congresso, continua la missiva del segretario CDLS, lo scenario economico e sociale sammarinese è profondamente cambiato: “Il sovrapporsi della crisi internazionale con lo stallo dei rapporti diplomatici fra San Marino e Italia ha, di fatto, segnato la fine del vecchio modello economico della Repubblica. Modello che poggiava sui pilastri dell’anonimato societario e del segreto bancario”.
Un radicale cambiamento, accompagnato da risvolti dolorosi soprattutto per il mondo del lavoro. Le cifre dell’anno appena concluso fotografano meglio di tante parole la profondità dei problemi: 420 aziende chiuse, 409 posti di lavoro persi e il tasso di disoccupazione che sfiora il 6%.
Scenario aggravato dal deficit del Bilancio dello Stato, che  impone sforzi di risanamento  in modo particolare  ai lavoratori. “Mi riferisco all’ultima Legge Finanziaria che ha introdotto l’addizionale Igr, il taglio delle indennità dei dipendenti pubblici e confermato l’assurdo, quanto ingiusto, prelievo ai redditi dei lavoratori frontalieri”.
Legge Finanziaria che sconta  “il peccato originale della mancata approvazione della Riforma Tributaria. Riforma che deve riprendere con urgenza e determinazione il suo cammino per ridare maggiore equilibrio ed equità al nostro sistema fiscale”.
“E con urgenza e determinazione – conclude Marco Tura-  va affrontato anche il nodo dei rinnovi contrattuali. Il 2012 ci consegna infatti una vera e propria emergenza: i contratti di tutti i settori, pubblici e privati,  sono scaduti, mentre l’inflazione è in continua crescita. Una spirale pericolosa, che dobbiamo assolutamente spezzare”.  
 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy