Trascrizione dichiarazione Tremonti dopo incontro con Gatti e Mularoni al Meeting di Rimini

Io sono grato al Ministro Gatti e al Ministro Mularoni di questa opportunità di incontro- sono particolarmente grato al Governo ed ai rappresentanti autorevoli del Governo della Repubblica di San Marino per questa opportunità di incontro. La Repubblica di San Marino ha 1708 anni la Repubblica Italiana ne ha quasi 150 c’è un comune interesse allo sviluppo dei rapporti di amicizia non solo formale retorica diplomatica ma sostanziale, proprio per questo la discussione sul trattato sui rapporti valutari e fiscali con la Repubblica Italiana in questa fase a questa altezza di tempo a valle dei cambiamenti intervenuti nella gestione, nella rappresentazione di questi rapporti negli ultimi anni deve considerare alcuni dati che sono, come dire, il particolarismo del rapporto tra San Marino e l’Italia. a differenza di altri Paesi che noi possiamo definire in modo un po’ eufemistico a tassazione agevolata a differenza di altri Paesi San Marino insiste fondamentalmente sull’Italia. altri Paesi che hanno questo regime di fiscalità hanno rapporti non solo con un Paese confinante ma con altri, questo vale per altri per Montecarlo per la Svizzera per il Lienchtenstein. San Marino fondamentalmente ha rapporti con l’Italia e questa è la prima particolarità. non è un problema un po’ di tutti o per tutti è un rapporto bilaterale con l’Italia. Secondo: a differenza di quegli altri Paesi le transazioni che sono in essere tra l’Italia e San Marino e San Marino e l’Italia non sono solo finanziarie ma anche “commerciali”. c’è una tipologia di transazione non solo finanziaria ma reali che fanno del rapporto tra le due economie un rapporto un po’ diverso da quello che c’è fra altri Paesi a bassa fiscalità e i Paesi limitrofi. Io comincio a dare alcuni dati che sono stati oggetto della nostra discussione e che devono essere in qualche modo considerati nel work in progress, nell’avanzamento del lavoro del trattato. Primo: a noi risulta, ma va verificato, che la quantità di contante servita da Euro Sistema via Banca d’Italia a San Marino è oggettivamente un po’ elevata, cioè a dire il dato 2008 è di un miliardo di Euro contro mi pare ottanta miliardi per tutta l’Italia. c’è un dato a San Marino sono Trentunmila abitanti in Italia sono sessantamilioni. questo fa un volume di contante che è molto superiore diciamo così venti volte la media italiana. dietro questo flusso di contante evidentemente c’è una realtà che va in qualche modo considerata. Secondo: il dato sui depositi. noi attualmente non sottovalutiamo la elevata propensione al risparmio che caratterizza la Repubblica di San Marino ma l’Italia, che pure è molto risparmiatrice, ha 13 punto 599 come media sui depositi, San Marino ha 229 punto 698. c’è qualcosa che non risulta perfettamente allineato e compatibile con il PIL, con la struttura demografica del Paese. Vogliamo parlare delle auto? naturalmente parliamo solo dei veicoli cosiddetti classe premium. sono il 20% a San Marino e solo il 9% in Italia. anche qui c’è qualcosa che forse va fatto oggetto di considerazione. le residenze: qui è un termine improprio gli italiani che vanno all’aire conservano la cittadinanza italiana, proprio per questo stanno all’anagrafe degli italiani, cittadini italiani residenti all’estero. Bene, a noi risulta che siano un po’ tanti gli italiani che via aire sono venuti a San Marino e sarebbero, ci risulta, diciamo ottomila? un po’ di più, vediamo. è vero che per la Repubblica di San Marino non corrisponde questo status alla residenza, si chiama permesso di soggiorno, però se non è zuppa è pan bagnato noi abbiamo come un po’ l’impressione che tanti di questi non dichiarano le tasse né da voi né da noi. il fatto che non le dichiarano da voi ci lascia relativamente indifferenti, il fatto che non le dichiarano da noi ci sembra giusto che qualcosa si debba e possa fare. le Società: a noi risulta, è sul sito della Camera di Commercio di San Marino, che le società sono più o meno 3.680 delle quali 800 sono commerciali e 2000 sono per servizi. qui noi non sottovalutiamo la vocazione imprenditoriale tipica della popolazione però c’è qualcosa che non ci quadra perché su 31.000 residenti cittadini di San Marino tolti i vecchi, i bambini, gli statali ecc. 3680 società sono un po’ tante. poi c’è il discorso di grande rilievo dal lato delle transazioni reali dell’Iva e del fatto che se uno se uno compra merci da San Marino non ci paga su l’IVA e questo attiva meccanismi di frodi carosello che hanno avuto e che potrebbero avere un certo rilievo. Alias, noi consideriamo importante il Trattato con la Repubblica di San Marino. abbiamo discusso già in sede tecnica e preliminare un Trattato che sia coerente con lo schema OCSE, come è stato fatto dai Grandi Paesi europei e come è in atto da parte dei grandi Paesi Europei con Paesi che hanno la fiscalità a basso livello. naturalmente il trattato non viene preso tel quel, realtà per realtà e considerando la particolarità di San Marino verso l’Italia il trattato dovrà contenere o come trattato o come protocollo una serie di meccanismi di procedure tecniche che consentano di monitorare, controllare, ridurre i fenomeni che oggettivamente, i fenomeni che ho descritto dall’IVA, alle Auto, alle Società, alla quantità di contante, una realtà che così com’è evidentemente va un po’ modificata. questo è lo spirito della discussione che abbiamo fatto, l’impegno con i Ministri che ringrazio e per una prima riunione tecnica operativa alla metà di settembre e, dipende naturalmente dalla disponibilità di trattativa, noi siamo convinti della trasparenza, della buona volontà, della disponibilità da parte di San Marino a venire incontro alle esigenze legali ed erariali della Repubblica Italiana su tantissimi temi e confidando su questo ci impegnamo per un trattato che si deve e si può fare in parallelo con l’accordo Moneyal in corrispondenza in tempi i più brevi possibili. Sono convinto che la Repubblica di San Marino avrà un risultato in termini di Standing di legalità sono convinto che un equivalente effetto positivo ci sarà anche per la Repubblica Italiana in modo che voi potete festeggiare il vostro 1709° e noi il nostro 150°.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy