Ufficio Programmazione Economica. Precisazione Roberta Mularoni

Repubblica di San Marino
__________
UFFICIO PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
E CENTRO ELABORAZIONE DATI E STATISTICA
COMUNICATO STAMPA
In relazione alle polemiche sui dati statistici che anche ieri hanno catalizzato l’attenzione di alcuni organi di stampa locale, l’Ufficio Programmazione Economica Centro Elaborazione Dati e Statistica si sente in dovere di chiarire che la diatriba circa la diversità dei dati sull’occupazione nel settore pubblico è nata da un mero errore materiale dell’Ufficio del Lavoro che, nella trasposizione dei dati dal Bollettino di Statistica, ha per sbaglio messo a confronto due dati assolutamente non confrontabili (un dato assoluto con un dato medio).
L’UPECEDS ha dunque trasmesso dati corretti, e l’errore dell’Ufficio del Lavoro è inequivocabile, ancorché involontario, poiché ha sottratto valori non raffrontabili. Pertanto il risultato della sottrazione per differenza non è valido né matematicamente né statisticamente.
In merito alla differenza dei dati statistici rispetto a quelli amministrativi, si precisa quanto segue.
L’Ufficio Statistica, nel proprio lavoro, utilizza consolidate metodologie, procedure informatiche e tecniche scientifiche di rilevazione, con criteri costanti nel tempo, per poter ottenere delle serie temporali omogenee che consentono di confrontare i dati nel medio e lungo periodo ed effettuare le più opportune analisi dei fenomeni economici, sociali o demografici. In questo modo è possibile raffrontare il pubblico con il privato con i medesimi parametri statistici.

Tuttavia, il dato statistico nella PA non dà conto delle nuove assunzioni, ma delle presenze, anche per poche ore, nell’ultima settimana del mese preso a riferimento e ciò comporta variazioni che, seppure piccole, possono essere significative poiché le sostituzioni nei servizi essenziali sono più frequenti che nel settore privato. Inoltre, a seguito di una recente revisione da parte dell’Ufficio del Personale della PA, oggi sono conteggiate nel numero dei dirigenti anche le unità relative ai giudici (che prima non erano contati fra i dipendenti). Di qui la differenza nel numero delle posizioni dirigenziali.

I dati amministrativi pubblicati dalla Segreteria AAII sono anch’essi validi e direttamente imputati dagli uffici del personale PA ed enti.

Pur nella diversità dei dati UPECEDS e AAII, è importante rilevare che le variazioni in termini assoluti divergono di pochissime unità e soprattutto mostrano in entrambi i casi la tendenza alla graduale riduzione dell’occupazione nel settore pubblico che nella comparazione tra il dato statistico al 31 dicembre 2009 e quello al 31 dicembre 2010 porta ad una diminuzione di 46 lavoratori.
Si ribadisce che, l’efficienza, la credibilità e la professionalità della statistica ufficiale prescindono dai fattori politici, amministrativi o gestionali perché le statistiche ufficiali devono essere intrinsecamente coerenti nel tempo e comparabili a livello internazionale.
San Marino, 21 marzo 2011
UFFICIO PROGRAMMAZIONE ECONOMICA CENTRO ELABORAZIONE DATI E STATISTICA

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy