Un convegno internazionale di studi sul Risorgimento tra Italia, San Marino e l’Europa

Venerdì pomeriggio 21 e sabato mattina 22 ottobre 2011, presso l’Antico Monastero di Santa Chiara, si svolgerà il convegno internazionale di studi Il Risorgimento. Mito e storiografia tra Italia e San Marino. A 150 anni dall’unificazione italiana.
Il convegno è organizzato dal Centro Sammarinese di Studi Storici del Dipartimento di Studi Storici dell’Università di San Marino, che nei 150 anni dall’unificazione italiana intende ripensare le correlazioni tra i due paesi. Lo si fa attraverso una “reciprocità di sguardi”, in una prospettiva europea che privilegia le rappresentazioni sociali e culturali del mito del Risorgimento.
Si guarderà al mito risorgimentale senza dimenticare il “contesto” politico-istituzionale e la ricezione del discorso nazionale nei luoghi della vita pubblica, cercando di tenere insieme ideologie e rappresentazioni, progetti e realizzazioni, simboli e rituali. Si vuole evitare il rischio che si perdano di vista le biografie esemplari e le “vite vissute”, l’interazione sociale e  culturale nel corso di più di un secolo, la coniugazione tra le istanze di libertà del Risorgimento italiano e l’ideale repubblicano dell’autogoverno sammarinese.
In un recente seminario, preparatore di questo nuovo incontro, la riconsiderazione della figura intellettuale di Aldo Garosci aveva indotto a sottolineare la centralità del XIX secolo e quindi degli anni del Risorgimento e della costruzione dello Stato nazionale italiano. Il convegno intende riprendere alcune di quelle suggestioni, allo scopo di riflettere sulle trasformazioni del mito politico risorgimentale rispetto al processo di storicizzazione della Repubblica di San Marino, che l’unificazione italiana avrebbe reso più percepibile anche agli occhi degli osservatori del tempo.
Ritorna l’attenzione sulla Repubblica del Titano come terra d’esilio politico, una vicenda che tra I Risorgimento democratico e II Risorgimento antifascista riscontrò diverse esemplificazioni, concorrendo a rinsaldare i vincoli morali e culturali con l’Italia democratica.
Al convegno, a partire dalle ore 15,00 di venerdì 21 ottobre, porteranno il loro contributo accreditati studiosi nonché giovani ricercatori di importanti università italiane ed europee.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy