Vie veloci tra Rimini e San Marino per favorire il turismo

Mercoledì scorso l’Organizzazione sammarinese degli imprenditori (Osla) ci ha ricordato che il turismo è di per sé “un’enorme ricchezza”, tanto che sarebbe da solo in grado di “garantire benessere per tutto il Paese”. Sappiamo quanto ha contribuito a tirarci fuori dalla miseria del dopoguerra, ponendo fine alla piaga dell’emigrazione. Grazie alla superstrada, guadagnata a Roma dalla politica, la folla dei bagnanti della riviera romagnola per il nostro turismo è stata per decine di anni un pozzo cui attingere senza limite ed a costo zero.

Oggi quella distesa di corpi a crogiolarsi al solleone da Cervia a Gabicce si è assottigliata. Tanto che domenica della scorsa settimana Giorgio Mussoni (bagnino) si è messo ad accusare la Fiera di Rimini, la quale, organizzando eventi anche in estate, starebbe distraendo, a suo dire, clienti dagli ombrelloni.

In effetti la Fiera, nel complesso degli arrivi a Rimini, supplisce in qualche modo alle défaillance dell’arenile, in quanto convoglia persone che l’ombrellone sono usi a metterlo in programma dopo altri impegni. E di tali persone la Fiera ne richiama sempre di più anno dopo anno, come ha riconosciuto ieri Patrizia Rinaldis (albergatore). L’alleanza con Vicenza e poi la quotazione in Borsa sono state due mosse vincenti. Come, su un altro versante, ce la sta mettendo tutta l’Aeroporto  che ha ripreso a lottare  per la sopravvivenza oltre l’ambito regionale.

Per continuare ad attingere a costo zero al flusso di visitatori che Rimini riesce comunque ad attrarre – balneazione, fiera, convegnistica, aeroporto – il nostro turismo ha bisogno anzitutto di ricostruire un collegamento viario veloce con la Riviera e di riportare sotto gestione pubblica i nostri parcheggi che, fra l’altro, ci costano – costano! – annualmente oltre un milione e mezzo di euro.

Marino Cecchetti

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy