Visita di S.E. Mons. Luigi Negri in San Marino Telecom

Oggi, proseguendo la sua visita pastorale al mondo del lavoro, è stato in visita presso la sede della Compagnia Telefonica sammarinese San Marino Telecom (“Prima”) il Vescovo della nostra Diocesi S.E. Mons. Luigi Negri.

Ha fatto gli onori di casa l’Amministratore Delegato della società Andrea Della Balda che ha guidato il Vescovo nella visita alla struttura e all’incontro con il personale. Inoltre ha informato il Vescovo sullo stato di difficoltà in cui si trova a operare SMT a causa delle inadempienze contrattuali tra la società e lo Stato specialmente nel compimento del percorso della liberalizzazione del settore e nella assegnazione di Numerazioni e Frequenze idonee e compatibili con il mercato di riferimento ovvero quello sammarinese.

Tale mancanza ha concesso agli operatori dominanti esistenti prima dell’arrivo di SMT di infliggere discriminazioni e violazioni di norme senza che i vari governi in questi anni siano intervenuti con risoluzioni. A tal proposito SMT dice basta, proprio per bocca del Suo Presidente Simon Murray, fondatore di ORANGE e altri 25 operatori di telefonia che assieme ai soci sammarinesi ha investito oltre 20 milioni di euro per dotare la piccola Repubblica della prima rete di telefonia tutta sammarinese, che con una apposita lettera ha scritto al Governo in carica, sollecitando delle decisioni in merito con scadenze definite senza ulteriori rinvii, pena una causa milionaria proprio contro lo stesso Stato che a fatto nascere SMT.

Mons. Negri si è congratulato per l’eccellenza della struttura, la professionalità del personale e ha auspicato che vengano al più presto eliminate le cause che hanno portato SMT alla situazione attuale, affinchè sia garantito il lavoro ai dipendenti e lo sviluppo di una impresa sammarinese che offre un servizio necessario al bene comune di tutto il paese. Non è la prima volta che Mons. Negri, sia nel Montefeltro che a San Marino, è intervenuto su complesse situazioni di lavoro, ribadendo la fondamentalità del diritto di ogni uomo ad un lavoro adeguato e giustamente retribuito e la necessità che nella società siano affermati e vissuti quei principi di legalità che sono condizioni di giustizia sociale e di democrazia.

 

San Marino, 27 ottobre 2011
Ufficio stampa SMT spa

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy