Zone postali

Nei giorni scorsi il Segretario di Stato per le Finanze Stefano Macina ha sottoscritto con le Federazioni del Pubblico Impiego della CSU l’accordo che sancisce la conclusione della fase sperimentale della riorganizzazione delle Zone Postali.

Tale accordo, che non prevede aumenti di personale, ridistribuisce fra i portalettere il carico di corrispondenza, ridisegna tutte le zone postali, mantenendo il più possibile il riferimento ai confini dei Castelli, recupera completamente alcune disfunzioni e ritardi che si sono verificati in passato.

Il Segretario di Stato Macina sottolinea la collaborazione del sindacato e dei suoi rappresentanti e il forte impegno espresso dalla Direzione delle Poste che hanno permesso il completamento di un progetto in gestazione da diversi anni.

Le nuove zone rientrano nel progetto di riorganizzazione delle Poste, che ha come obiettivo finale l’ampliamento dei servizi al cittadino e la riqualificazione dell’intero comparto.

La Segreteria di Stato e la Direzione Poste sono impegnati, inoltre, nel completamento del processo d’informatizzazione degli uffici postali che vedrà, a breve, l’avvio della sperimentazione in un paio di uffici pilota, nella prospettiva di completare il processo nel corrente anno.

Si sta lavorando anche alla ridefinizione dei rapporti con Poste Italiane, a partire dalla Convenzione San Marino-Italia del 1923.
A questo proposito occorre ricordare che già dallo scorso anno San Marino aveva comunicato alla parte Italiana la volontà di ridiscuterne i contenuti.

Parallelamente verranno intensificati i rapporti con l’Unione Postale Universale.

Questo intenso e complesso lavoro di ridefinizione e consolidamento dei rapporti internazionali è un passaggio indispensabile per raggiungere l’obbiettivo finale: rendere sempre più autonome le Poste Sammarinesi e allinearne la funzionalità ed i servizi al cittadino con i più avanzati sistemi europei, nella direzione di un servizio pubblico efficiente esteso oltre la gestione della corrispondenza.

San Marino, 7 febbraio 2008

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy