martedì 20 dicembre 2016 16:45
INNOVAZIONE E TECNOLOGIA

San Marino. Techno Science Park fa il punto con un brindisi di auguri

I risultati del 2016 sono molto promettenti e già si guarda ai nuovi progetti

Techno Science Park San Marino-Italia
Startup in primo piano e un brindisi alle idee e ai buoni propositi 2017

L’occasione è quella degli auguri di buone feste per fare il punto sui risultati del 2016, per anticipare i progetti per l’anno prossimo e per aumentare la conoscenza tra e delle imprese: 34 start up avviate (+112,5%/2015), 78 occupati (+205%/2015), € 6.005.505 29/34 Fatturato complessivo (+411%/2015).

La crescita oggettiva e tale da aver richiesto la necessità di nuovi spazi insediativi che sono quelli dell’Admiral Point a Serravalle, dove da Gennaio prossimo traslocheremo con tutte le nostre imprese e dove abbiamo spazio anche per le nuove che arriveranno nel 2017. “Sono dati questi- dichiara Alessandro Giari Presidente del TechnoSciencePark- che parlano da soli, nelle call per entrare a far parte dell’Incubatore arrivano tante idee, e molte di queste sono di ottima qualità, ecco perché è stato necessario ampliare i nostri spazi, e trasferirci nella nuova sede presso il Centro Admiral Point. Qua potremo accogliere “nuove risorse” che , andranno poi, ad incrementare la società e l’economia sammarinese. E’ ormai evidente – continua Giari, - quanto l’innovazione sia il motore di un nuovo sviluppo territoriale, e questo si concretizzerà ancora di più quando si avvierà il Parco Scientifico e Tecnologico San Marino-Italia, un luogo dove le aziende tecnologiche più strutturate, grazie ai servizi offerti, al lavoro di integrazione e networking, potranno collaborare costantemente con le startup dell’incubatore e avviare processi comuni i cui benefici, in termini di nuovi prodotti e nuovi servizi, andranno a ricadere sulle aziende presenti nel territorio non solo di San Marino, ma anche e delle vicine Romagna e Marche. L’incontro è stato anche l’occasione per dare il benvenuto e presentare le new entry quali Btree- Job in a Box-Protodesign e Toumob e per avviare un percorso di networking tra le imprese: chi sono, cosa fanno , i loro obiettivi per il 2017. Un vero e proprio viaggio nell’innovazione, dalla robotica alla realtà aumentata, dal biomedicale alle applicazioni per promuovere turismo, servizi ma anche la comunicazione d’impresa. Dai social network all’ict d’avanguardia, passando dalla domotica all’ambiente, dai servizi innovativi dedicati agli amici animali ai software per la tutela del brand di lusso.

BTree, società che si occupa nella realizzazione di applicazioni, componenti e librerie software orientate alla gestione documentale per l’archiviazione strutturata, la memorizzazione dei documenti , il riutilizzo delle informazioni e la produzione in tempo reale di documenti e report dinamici.

Job in a box, il primo format al mondo che consentirà di ricevere una gelateria pre allestita e pronta per essere aperta in qualunque parte del mondo.

Protodesign che sviluppa design, progettazione e prototipazione industriale per le aziende del lusso. L’azienda realizza tutto ciò che di metallico può riguardare il lusso: dai manici di una borsa, ai bottoni gioiello, dai gioielli stessi a tutti i tipi di accessori moda, come fibbie di scarpe, di cinture, di borse, ma anche orologi, gadget e via dicendo....

TauMob, web agency specializzata in pubblicità online a performance, nella creazione e gestione di campagne pubblicitarie su piattaforme web, che grazie alle loro piattaforma è in grado di creare banner che possano essere contemporaneamente lanciati su qualsiasi network velocizzando la diffusione della comunicazione, strategicamente studiata per i clienti, con un notevole risparmio dei costi.

Tra i progetti futuri quindi sono già in cantiere il trasferimento nei nuovi locali, facilmente raggiungibili e circondati da attività funzionali per le imprese che entreranno a far parte del primo lotto del Parco Tecnologico (banche, poste, ristorazione e servizio trasporto pubblico ecc.). Il potenziamento delle attività di formazione, scouting e networking grazie alle collaborazioni avviate e in continuo sviluppo con istituzioni, finanziatori, centri di ricerca e di eccellenza ed imprese.

L’avvio di nuove attività di comunicazione per dare sempre maggiore visibilità alle imprese e startup. L’evento si è concluso con un duplice brindisi: al futuro del Parco Tecnologico come elemento chiave per la produzione di innovazione sul territorio di San Marino e alla crescita sempre maggiore delle sue imprese e startup così che incrementino la competitività del sistema d’impresa e contribuiscano a migliorare le condizioni.