mercoledì 22 novembre 2017 23:16
L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

San Marino.Il timore che si guardi negli armadi

L'informazione di  San Marino

Non si guardi negli armadi

Marino Cecchett

La perquisizione nell’abitazione del direttore di Banca Centrale, dr. Raffaele Capuano, ha assunto un rilievo enorme. Paragonabile, mutatis mutandis, all’attacco alle figure apicali di Banca d’Italia, Mario Sarcinelli e Paolo Baffi, agli inizi degli anni Ottanta. Le motivazioni addotte per Capuano sono lontanissime da quelle che portarono, nella stessa Banca Centrale, al rinvio a giudizio del direttore generale Mario Giannini e del responsabile della vigilanza Andrea Vivoli. Le perquisizioni, quella volta, vennero effettuate in via del Voltone, non nelle abitazioni private di Vivoli e di Giannini (che poi furono condannati). 
Si ha l’impressione che si sia scatenata una lotta a tutto campo attorno a Banca Centrale per impedire che arrivi lì qualcuno, non controllato dalle solite cricche, qualcuno che si metta a guardare negli armadi ad esempio le carte del credito di imposta
Già sappiamo che ogni sammarinese deve dare 100 euro solo per il buco lasciato da Giulio Lolli, 3 milioni e mezzo di euro. Ma non c’è solo Lolli. Ad esempio, nella galassia Banca Commerciale Sammarinese c’è la Casati Srl che ci ha lasciato sul groppone 1,5 mln; c’è la Trepor Srl, 4,5 mln; c’è la Business&Financial Consulting Spa, 15 mln mln (sul sito libertas.sm sono elencate le persone che si sono succedute nel consiglio di amministrazione e nel collegio sindacale di detta società). 

Nessuno ha visto niente? Nessuno si accorto in via del Voltone e altrove della voragine creata dal credito di imposta? Eppure, a vigilare, abbiamo: Banca Centrale (Bcsm), Agenzia Investigativa e Finanziaria (Aif) , Ufficio di Controllo e Vigilanza sulle Attività Economiche (UCVAE), Ufficio Centrale di Collegamento (Central Liaison Office, CLO). Quante persone lavorano in questi enti? Quant’è l’ammontare complessivo delle loro retribuzioni? È stato scritto che solo fra Bcsm e Aif sono impiegate 90 persone e che solo Bcsm ci costa oltre 7 milioni annui.