sabato 13 gennaio 2018 12:01
L'ATTIVITA' DELLA GENDARMERIA

San Marino. Furti e danneggiamenti in calo

San Marino. Furti e danneggiamenti in calo

SAN MARINO. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato della Gendarmeria sulle attività svolte nel corso del 2017.

[c.s.] L’attività di prevenzione e controllo del territorio si è concretizzata in 1.996 pattuglie, 2.324 posti di controllo e 5 servizi straordinari di posti di blocco che hanno portato all’identificazione di 13.678 persone (5.924 nel 2016) ed alla verifica di 9.745 veicoli (2.849 nel 2016).

La Centrale Operativa della Gendarmeria ha ricevuto 15.657 chiamate sino al 30 aprile (dal 1° maggio è stata attivata la Centrale Operativa Interforze).

Sono state registrate 2 rapine (nel 2016 furono accusate 1 rapina consumata e 2 tentate).

Il numero dei danneggiamenti e dei furti complessivamente denunciati conferma il trend decrescente degli anni precedenti: 149 denunce per danneggiamenti (151 nel 2016, 196 nel 2015) e 143 denunce per furti (179 nel 2016, 281 nel 2015).

Nello specifico, risultano 23 furti consumati in appartamento (40 nel 2016, 82 nel 2015), 5 tentativi di furto in appartamento (13 nel 2016, 38 nel 2015) e 30 furti su autoveicoli (come nel 2016, 76 nel 2015). Sono stati 42 i furti perpetrati in attività commerciali/industriali/artigianali (61 nel 2016, 50 nel 2015).

Nell’ambito delle attività investigative svolte dai Reparti del Corpo sono state denunciate a piede libero all’Autorità Giudiziaria 92 persone ritenute responsabili, tra l’altro, di: porto abusivo di arma propria, furto, truffa, minaccia, estorsione, detenzione ed uso di stupefacenti, guida senza assicurazione, guida in stato di alterazione psicofisica, offesa a pubblico ufficiale, false dichiarazioni, manifesta ubriachezza, lesioni personali, inosservanza di ordine legittimo dell’autorità.

Si è proceduto all’arresto/fermo di P.G. nei confronti di 6 soggetti per i reati di possesso di stupefacenti, furto, violazione di domicilio, atti persecutori reiterati.

In tale contesto merita rammentare l’attività svolta dal Reparto Operativo e di Polizia Giudiziaria, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri di Rimini ed il RIS dei Carabinieri di Parma e sotto la guida dei Magistrati di San Marino e Rimini, che ha favorito l’arresto nel mese di ottobre 2017, nel capoluogo romagnolo da parte dei Carabinieri di quel Comando Provinciale, dell’autore dell’efferata rapina presso la filiale di “ASSET BANCA” in Domagnano nel novembre del 2015.

Da sottolineare, inoltre, l’arresto di due persone ed il sequestro di 120 grammi di cocaina nel novembre scorso, frutto di complessa attività investigativa svolta dai militari del Reparto Operativo.

E’, altresì, importante risaltare la preziosa, costante opera di monitoraggio proattivo della realtà territoriale svolta dal suddetto Reparto con il supporto delle Brigate, degli Uffici del Corpo e dell’Ufficio Centrale Nazionale - INTERPOL, finalizzata alla prevenzione della minaccia terroristica che incombe sullo scenario internazionale.

Presso il Carcere nazionale, la cui Direzione e sorveglianza ricadono sotto la giurisdizione di questo Corpo, sono state complessivamente associate 9 persone, tra le quali nessuna donna e nessun minore, 6 cittadini sammarinesi ed uno straniero residente.

I detenuti associati da militari della Gendarmeria sono stati 4 mentre 3 si sono costituiti spontaneamente.

Hanno iniziato l’anno 2017 già in stato di detenzione presso la struttura carceraria 4 detenuti, mentre l’anno è stato concluso in carcere da 3 detenuti, di cui 1 sammarinese. I giorni complessivi di detenzione sono stati 1.678.

I militari della Gendarmeria hanno svolto 2.045 turni di servizio presso il Carcere, ai quali hanno fornito un ulteriore essenziale contributo i Militi dei Corpi Militari Volontari della Repubblica.

Dall’attività dell’Ufficio Violenza di Genere e Minori, a fronte di 59 segnalazioni per liti famigliari, sono conseguite 4 segnalazioni al Giudice Tutelare e 9 al Giudice Inquirente per fatti inerenti violenza contro le donne, riscontrando la presenza di minori in 4 circostanze.

Sono stati rilevati 62 sinistri stradali, di cui nessuno mortale e 6 con feriti.

Particolarmente oneroso nel 2017 l’impegno profuso dalla Gendarmeria per assolvere ai servizi di ordine pubblico e sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche e di cerimonie istituzionali nonché presso il Tribunale, che hanno coinvolto complessivamente l’organico del Corpo con 6.972 turni di servizio (rispetto ai 5.067 dell’anno precedente). Giova precisare che tale maggiore sforzo è stato richiesto per prevenire i rischi derivanti dalla citata minaccia terroristica e che, in alcune eccezionali situazioni, ha richiesto anche il prezioso ausilio dei Militi dei Corpi Militari Volontari della Repubblica.

Sono stati 44 i servizi di scorta organizzati a tutela di personalità estere (26 nel 2016).

E’ doveroso rimarcare la proficua interazione con le Forze di Polizia delle limitrofe province italiane, precedentemente accennata, la quale, favorita dalle Intese Tecniche siglate dagli organismi centrali di cooperazione internazionale di polizia delle due Repubbliche, si è ulteriormente qualificata con l’attivazione di Gruppi misti di lavoro per la prevenzione del terrorismo e della criminalità transfrontaliera.

A tal proposito, preme ricordare la visita il 9 maggio del Direttore Generale della Pubblica Sicurezza e Capo della Polizia italiana, Prefetto Franco Gabrielli, accompagnato dal Direttore Centrale della Polizia Criminale e Vice Capo Operativo della Polizia, Prefetto Antonino Cufalo, alla Centrale Operativa Interforze istituita presso la sede della Gendarmeria per l’inaugurazione ufficiale del Collegamento “punto a punto” con la Sala Operativa della Questura di Rimini.

Si reputa utile fornire anche alcuni dati sulle attività di natura amministrativa in carico alla Gendarmeria.

L’Ufficio Stranieri ha trattato 1.365 istanze di rilascio/rinnovo di Permessi di Soggiorno, 363 Permessi per convivenza, parentale e per minori e 130 emissioni di Carte di residenza. Rilevante anche l’attività svolta dall’Ufficio Stranieri, in collaborazione con le Brigate, in ordine alle verifiche sulla regolarità della permanenza degli stranieri in territorio, in particolare per lavoro, e per il rilascio di titoli di soggiorno con 2.526 controlli, 14 sanzioni e 3 allontanamenti.

L’Ufficio Armi ha trattato 410 dichiarazioni di acquisto/cessione/possesso di armi fra privati sammarinesi, 611 vendite di Armi da parte di armerie a soggetti residenti in Italia e 59 a residenti in altri Paesi, 74 procedure di rilascio/rinnovo di licenze di porto d’armi ad uso sportivo e 226 ad uso venatorio, 14 provvedimenti di ritiro di licenze di porto d’armi/licenze da caccia (e relative armi detenute).

Il Reparto Comando ha istruito e rilasciato 120 certificati di residenza effettiva (910 furono nel 2016, a seguito dell’operazione “Torre d’avorio” della Guardia di Finanza italiana), 412 attestati di buona condotta, 437 autorizzazioni di ballo/manifestazioni e 119 attestazioni diverse.

In conclusione, anche per quanto concerne il 2017 i dati esplicitano la particolare attenzione che il Corpo della Gendarmeria, in collaborazione con gli altri Corpi di Polizia e rafforzando i propri dispositivi di controllo del territorio attraverso mirati servizi senza peraltro trascurare le altre pressanti incombenze di ordine pubblico, di sicurezza ed amministrative, ha dedicato alla prevenzione e repressione dei reati predatori che maggiormente suscitano allarme sociale in San Marino e che risultano complessivamente in calo rispetto agli anni precedenti.

Naturalmente, la soddisfazione per i descritti positivi risultati, conseguiti grazie alla dedizione ed allo spirito di sacrificio delle donne e degli uomini della Gendarmeria, sarà di ulteriore stimolo per dare sempre più efficienti riscontri alle legittime aspettative di sicurezza dei cittadini e delle Istituzioni.

Con l’occasione, desidero rivolgere un sentito ringraziamento agli organi di stampa, per l’attenzione che rivolgono al nostro lavoro con rispetto e senso di responsabilità.

Fonte: Gendarmeria