martedì 27 febbraio 2018 08:14
DA VENERDI/SABATO ARRIVA LA PIOGGIA

San Marino. Meteo. il Titano come la Siberia, mercoledi tregua ma giovedi nuove nevicate poi pioggia

San Marino. Meteo. il Titano come la Siberia, mercoledi tregua ma giovedi nuove nevicate poi pioggia

 

Il Burian sta mettendo a dura prova la nostra Repubblica che da diverse ore è stretta dalla morsa del gelo e dalla neve che copiosa ha colpito tutto il territorio, spingendosi fin verso la pianura, il mare, imbiancando le spiagge della costa romagnola. A molti sono tornate in mente le situazioni di emergenza vissute nel nevone del febbraio 2012.
Questa mattina la temperatura in città è scesa al di sotto dei -9°C, in linea con la previsione elaborata dallo staff di meteosanmarino ancora diversi giorni fa, e la neve caduta tutta la notte ha formato uno spesso strato ghiacciato. Dunque si consiglia di prestare molta attenzione nelle strade.
Nelle prossime ore il maltempo continuerà a interessare la nostra Repubblica con neve fino pianura e vento gelido siberiano, dunque l'allerta meteo continua a rimanere attiva, questo a causa del continuo flusso di aria gelida siberiana che attraversando gli strati più "miti" presenti sopra il mar Adriatico, si carica di energia e umidità, traducendosi in nuvole e precipitazioni sulla costa romagnola e le colline (il cosiddetto Adriatic Effect Snow).
Nel corso della giornata di domani, mercoledi 28 febbraio, si assisterà ad un generale miglioramento, il flusso siberiano tenderà a diminuire e si assisterà all'attenuazione delle precipitazioni nevose, ma sarà solo una breve parentesi. Da giovedì 1 marzo l'arrivo di una nuova perturbazione darà inizio a nuove nevicate a tratti moderate/intense su gran parte del centro-nord Italia, Emilia Romagna e San Marino.
Le correnti in quota, come descritto negli aggiornamenti dei giorni scorsi, a partire da giovedì cambieranno completamente registro, si assisterà ad una rotazione da est verso ovest, e al conseguente mutamente della temperatura in quota, e alla fine definitiva del Burian. Da giovedì 1 marzo dunque in quota la temperatura inizierà velocemente a risalire trasportando il fronte perturbato dalla Spagna verso l'Italia, questa perturbazione normalmente porterebbe pioggia, ma incontrando il bacino di aria gelida che si sta formando in queste ore sugli strati più bassi creerà i presupposti per nuove nevicate su gran parte del centro-nord Italia e su San Marino, almeno in primo momento. Poi man mano che le correnti miti in quota si faranno più invadenti portandosi anche a quote più basse ecco che la neve progressivamente tenderà a trasformarsi in pioggia o peggio in gelicidio, pioggia che si trasforma in ghiaccio al suolo, estremamente pericolosa nelle strade (questo fenomeni potrebbe interessare l'Emilia-Romagna e San Marino, giovedì notte e nella giornata di venerdì, dunque attenzione).
Tra venerdì 2 marzo e sabato 3 marzo dunque la neve lascerà il posto alla pioggia su tutta la nostra Repubblica e si assisterà ad un generale aumento della temperatura, anche sensibile rispetto ai valori odierni, portandosi di qualche grado sopra lo zero.