martedì 16 aprile 2019 06:38
RASSEGNA STAMPA

La Giochi del Titano Spa cresce Il “Casinò 2.0” entro il 2023

La Giochi del Titano Spa cresce Il “Casinò 2.0” entro il 2023

La Giochi del Titano Spa cresce Il “Casinò 2.0” entro il 2023

Nuovo Piano d’Impresa: tanti investimenti ma mantenendo le provviste per lo Stato

DANIELE BARTOLUCCI Una struttura rinnovata e servizi di qualità che diano al cliente la sensazione di trovarsi in una grande sala da gioco: sono queste le direttrici su cui si muoverà la Giochi del Titano Spa nei prossimi 5 anni, ma senza venire meno alla propria mission aziendale, che è quella di costruire quante più provviste economiche possibili per lo Stato di San Marino. Un obiettivo pienamente centrato, visto che il 2018 chiuderà per la prima volta con un trasferimento allo Stato di oltre 10 milioni di euro complessivi tra dividendi e imposte. Numeri importanti, quindi, che in attesa dell’approvazione del bilancio d’esercizio hanno comunque dato sostegno e slancio al nuovo Piano d’Impresa 20182023, approvato dall’Assemblea dei Soci straordinaria a inizio aprile. “Si tratta della naturale evoluzione del Piano 2015-2021”, spiega il Direttore Generale Salvatore Caronia, “e sancisce la conclusione del Piano Intermedio, i cui obiettivi sono stati pienamente raggiunti nel corso del 2018 da governance e management”. (...)

Anche il nuovo Piano parte da una valutazione oggettiva del settore in cui la Giochi del Titano Spa opera: da una parte l’esplosione del gioco online, dall’altra l’arretramento costante dei casinò italiani. In questo contesto, la società sammarinese è comunque riuscita a ritagliarsi uno spazio importante, riuscendo in pochi anni a raddoppiare la propria quota nel mercato delle case da gioco, raggiungendo nel corso del 2018 un nuovo record di ingressi: oltre 190mila, che significa un incremento superiore al 30% rispetto ai flussi del 2014, quando di ingressi ne vennero conteggiati 140mila. (...)

Articolo tratto dal settimanale Fixing

Fonte: Fixing