venerdì 14 giugno 2019 06:00
RASSEGNA STAMPA

Scandalo Arata-Siri, rogatoria a San Marino

Scandalo Arata-Siri, rogatoria a San Marino

Caso Siri, rogatoria a San Marino

VALERIA PACELLI, Il Fatto Quotidiano: (...) La Procura di Roma ha infatti inoltrato una rogatoria a San Marino per chiedere chiarimenti sul mutuo che Siri aveva chiesto ed ottenuto per acquistare una palazzina a Bresso. Si tratta di un mutuo da 585 mila euro erogato dalla Banca Agricola Commerciale di San Marino senza garanzie. È una vicenda questa priva di profili penali.
A Roma infatti Siri è indagato solo per corruzione per aver tentato di promuovere provvedimenti per favorire Arata in cambio di 30 mila euro, dati o promessi. A prova di ciò c’è una intercettazione fra Paolo Arata e il figlio Francesco in cui si parla della “somma di denaro pattuita a favore di Siri per la sua attività di sollecitazione dell’approvazione di norme che l’avrebbero favorito”. L’analisi dei flussi finanziari potrà dire se sia vero o meno.
Intanto due giorni fa la Procura di Palermo ha emesso un’ordinanza di misura cautelare. Oltre Paolo Arata, in carcere è finito anche il figlio Francesco. Stessa misura per Vito Nicastri – l’imprenditore siciliano ritenuto dai pm socio occulto di Arata e vicino all’entourage del boss latitante Matteo Messina Denaro – e il figlio Manlio. (...)