martedì 6 agosto 2019 11:14
CALCIO

Ceccaroli è il miglior giocatore di San Marino

Ceccaroli è il miglior giocatore di San Marino
Luca Ceccaroli

“A distanza dall’ultimo Pallone di Cristallo, vinto da Nicola Gai nel 2016, il Tre Penne torna ad avere un proprio giocatore vincitore del trofeo sammarinese a livello individuale più importante: si tratta di Luca Ceccaroli, che nella serata di ‘Calcio Estate’ tenutasi al San Marino Stadium ha ricevuto questo ambizioso premio”.

Lo afferma il Tre Penne, aggiungendo in una nota che l’esterno sammarinese “è approdato alla corte di Stefano Ceci durante la finestra di mercato invernale dal Domagnano e ha subito avuto un impatto devastante per i biancazzurri; 14 uscite con la maglia del club di Città e 7 gol”. La partita che tutti ricordano, rimarca il club biancazzurro di Città, “è sicuramente la finale di campionato, nella quale Ceccaroli è entrato nel corso del secondo tempo e ha fornito l’assist per il pari di Stefano Fraternali; verso la fine della gara si è reso protagonista di una bella giocata culminata con il gol del definitivo 3-1 di Marigliano alla Fiorita”.

Inoltre, annuncia sempre il Tre Penne, il giovane giocatore “è stato convocato dal ct della Nazionale sammarinese, Franco Varrella, per alcuni stage di osservazione”.

“Sono molto emozionato, è un traguardo bellissimo dato dalla bella stagione personale che ho disputato - dichiara Ceccaroli –. Questo trofeo è la ciliegina sulla torta di un’annata straordinaria, dal Q2 siamo riusciti a vincere il campionato e abbiamo disputato un turno in Champions League e uno in Europa League. Indubbiamente voglio condividere questo traguardo con i miei compagni di squadra, senza i quali sarebbe stato impossibile raggiungerlo. Poi vorrei rivolgere una dedica speciale per mio padre, che da sempre è il mio primo tifoso. Quest’anno mi ha spronato a non mollare mai, ha sempre assistito alle mie partite e mi incitava continuamente. Per il prossimo anno l’auspicio è quello di riconfermami a questi livelli. Si sa che l’anno successivo è il più difficile, ma lavorerò sodo per essere ancora il migliore. Non solo a livello personale, ma anche di squadra: non ci nascondiamo e possiamo affermare che puntiamo a tutte le competizioni”.

Fonte: Varie