martedì 17 settembre 2019 14:16
POLITICA IN MOVIMENTO

La Democrazia Cristiana a San Marino al centro della politica. Con o senza l'aiuto di Gatti?

La Democrazia Cristiana  a San Marino al  centro della politica. Con o senza l'aiuto di Gatti?

Già un Reggente democratico cristiano

Con l'elezione di Mariella Mularoni la svolta

In meno di tre anni  il Partito Democratico Cristiano Sammarinese dopo la grossa batosta nelle ultime elezioni politiche  del 20 novembre e 4 dicembre 2016 che ha ridotto il numero dei consiglieri 'del Santo' a un numero esiguo (16 poi scesi a 11 col ballottaggio, ma furono anche 29), inverte la rotta  come si  era proposto l'anno scorso e si accinge a risalire la china, come dimostra la elezione a Capitano Reggente, il 1° ottobre prossimo, del consigliere  Mariella Mularoni.  Pur essendo ancora un partito di opposizione. 

La elezione della Mularoni è avvenuta per la nuova considerazione  verso la Dc emersa fra le forze politiche della coalizione di governo, Adesso.sm,  le quali cercano alleanze  in vista delle elezioni da tutti ritenute ormai prossime. Di detta considerazione si è avuto una prima evidente e concreta prova nelle settimane scorse, quando  dalla coalizione  di governo si cercò un primo contatto con le forze di opposizione per  farsi aiutare a superare l'attuale difficile momento del Paese.  

Proprio in questi stessi giorni si apprende del lavorio politico, finora ignoto, di Gabriele Gatti, che non può essere certo orientato alla prosecuzione della collaborazione  della Dc con il Movimento Rete, di cui si ricorda la proposta di istituire una nuova festa nazionale, il 17 ottobre (festa della rinascita), giorno in cui l'ex Segretario di Stato (nell'anno 2015) fu arrestato.