mercoledì 10 giugno 2020 14:17
INFRASTRUTTURE

San Marino. Canti difende le varianti al Prg

San Marino. Canti difende le varianti al Prg

Precisazioni del segretario di Stato per il Territorio, Stefano Canti, sulle varianti al Piano regolatore generale approvate dal Consiglio Grande e Generale nella sessione di maggio.

Nella scorsa legislatura, in data 11 agosto 2017, “è stato approvato definitivamente il Piano particolareggiato della Zona Servizi Sportivi e ‘Zona a parco adiacente’ in località Serravalle”, spiega in un comunicato il segretario di Stato per il Territorio, Stefano Canti.

Questo Piano particolareggiato “prevede la demolizione del Campo Sportivo B di Serravalle, la realizzazione di un parcheggio interrato da 270 posti auto con sopra la ricostruzione del nuovo campo da calcio, una tribuna coperta da 800 posti a sedere con relativo blocco servizi, la realizzazione di un palazzetto del futsal con relativi servizi annessi nonché ulteriori due campi da calcetto esterni”.

L’edificazione di tale progetto unitario “è prevista in parte su proprietà pubblica e in parte su proprietà privata, su cui nella scorsa legislatura è stata avviata la procedura di pubblica utilità per l’acquisizione delle aree private al fine di consentire la realizzazione dell’intero progetto”. Dopo aver preso visione del progetto, il segretario di Stato per il Territorio, Stefano Canti, ha ritenuto “doveroso dar seguito a questa importante infrastruttura, e non cancellare quanto fatto nella precedente legislatura come sostenuto in più occasioni a priori, valutando le possibili strade da percorrere per l’acquisizione delle aree private per consentire l’avvio dei lavori”.

La procedura espropriativa “non si sarebbe potuta perfezionare in quanto sui pertinenti capitoli del bilancio per gli espropri vi è la somma di 45.000 euro non certamente sufficiente a finalizzare tale procedura”.

In alternativa, Canti spiega che avrebbe “potuto portare avanti ciò che il predecessore ha pianificato per l’esecuzione di tale infrastruttura ovvero l’acquisizione dei terreni di proprietà privata in cambio della cessione di aree di proprietà pubblica rese edificabili nel nuovo Piano regolatore, aree limitrofe alla mensa della Ciarulla sulle quali circa 20 anni fa l’Ufficio gestione risorse ambientali e agricole ha piantumato centinaia di alberi”.

Dopo 3 anni dall’approvazione di questa importante infrastruttura, “per consentire il perfezionamento dell’acquisizione delle aree private”, si sarebbe dovuto “attendere l’approvazione definitiva del nuovo Prg a firma dell’architetto Stefano Boeri e pertanto rimandare ulteriormente l’esecuzione di un’opera definita quale infrastruttura strategica ai sensi dell’art. 2 comma 1 del decreto delegato n. 23 del 31 gennaio 2019”.

Sempre il segretario di Stato per il Territorio ha ritenuto “imprimere un’accelerazione a tale progetto, senza attendere l’approvazione del nuovo Piano regolatore, per fornire una risposta concreta alla Federazione sammarinese giuoco calcio, che ha già disponibile l’intero finanziamento della Uefa per l’esecuzione delle opere, risposta che si è tradotta nell’attuale variante”.

L’attuale variante al Prg “consente in buona sostanza di acquisire i terreni di proprietà privata, necessari a dare piena attuazione al progetto unitario, il cui valore, comprensivo delle opere di urbanizzazione, viene riconosciuto quale valore edificabile sui restanti terreni degli stessi privati e già inclusi in un’area residenziale”. Tale operazione “consente l’acquisizione delle aree private a costo economico zero per lo Stato in un momento di difficoltà economica aggravata dall’emergenza sanitaria tutt’ora in corso e senza intaccare il patrimonio arboreo esistente, in quanto le predette aree ne risultano sprovviste”. Canti, sin dalla prima seduta della Commissione Politiche Territoriali, “ha posto diverse soluzioni al fine di procedere celermente con la realizzazione di questa infrastruttura”, e la soluzione scelta nella seduta del 18 maggio scorso “è stata approvata da tutte le forze politiche partecipanti”.

Il Congresso di Stato, nella seduta dell’8 giugno scorso, “ha approvato l’accordo con i privati per l’acquisizione delle suddette aree pertanto, non appena la Fsgc completerà la procedura per la sottoscrizione del contratto speciale di appalto, il cantiere potrà essere avviato”. A questo proposito, Canti evidenzia che “il costo complessivo dell’intera opera è pari a 10,5 milioni di euro e che, grazie all’intervento dell’attuale governo, i lavori verranno eseguiti da un consorzio di imprese edili, escavazione, impiantisti, ecc. esclusivamente sammarinesi, attivando un indotto notevole, contribuendo alla crescita economica del Paese e mettendo a disposizione della collettività una nuova infrastruttura pubblica”.

Parallelamente, il segretario di Stato per il Territorio intende “procedere con l’avvio dell’iter di approvazione del nuovo Piano regolatore a firma di Boeri attraverso un confronto all’interno delle Commissioni tecnico scientifiche e politiche territoriali competenti al fine di illustrare all’intera classe politica il notevole lavoro effettuato dallo studio di Boeri e successivamente sottoporlo al Consiglio per la prima lettura”.

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782