venerdì 30 ottobre 2020 16:55
TECNOLOGIA

Mr APPs scende in campo contro la violenza domestica, presentata l’app TECUM

Mr APPs scende in campo contro la violenza domestica, presentata l’app TECUM

La violenza non ha mai una giustificazione, eppure quella consumata tra le mura domestiche è uno dei problemi più gravi della società odierna. Complice il delicato momento storico, da marzo a giugno 2020 il numero di richieste di aiuto è raddoppiato rispetto agli stessi mesi del 2019.

 

Ed è proprio durante questo difficile periodo che in Mr APPs srl, azienda specializzata nello sviluppo di App Mobile e soluzioni Web, si sono dedicati alla realizzazione dell’App Mobile Nativa per iOS & Android concepita per aiutare tutte le vittime di violenza domestica e di genere.

TECUM permette di chiedere aiuto, trovare supporto tempestivo in caso di maltrattamenti e richiedere informazioni in assoluta sicurezza: i dati personali restano costantemente protetti.

 

Attraverso l’applicazione, infatti, è possibile:

-          effettuare una chiamata al numero di emergenza

-          condividere automaticamente la propria posizione GPS, durante la chiamata, in modo da permettere un intervento tempestivo

-          avviare una registrazione ambientale durante la quale verranno rilevati i suoni circostanti e saranno salvati in una sezione protetta da password

-          avere accesso ad info e contatti utili.

 

“Siamo davvero onorati di aver lavorato fianco a fianco con le maggiori istituzioni del territorio sammarinese al fine di realizzare gratuitamente uno strumento accessibile a tutti che possa contrastare in maniera concreta la violenza domestica e di genere” commentano dalla sede di Mr APPs, dove non ci si risparmia mai quando si tratta di progetti a sfondo sociale.

 

La presentazione ufficiale di questo speciale progetto ha avuto luogo lo scorso 22 ottobre presso la sala Montelupo di Domagnano, alla presenza di autorità del calibro della Segreteria di Stato per la Sanità e la Sicurezza Sociale, dell’Authority Pari Opportunità della Repubblica di San Marino, dell’Istituto Sicurezza Sociale - RSM, dell'Università degli Studi della Repubblica di San Marino, degli Istituti Culturali, Titancoop e tutti i corpi di polizia di Stato.