mercoledì 15 settembre 2021 09:25
POLITICA

Rete ricorda la Giornata Internazionale della Democrazia

Oggi si celebra la Giornata Internazionale della Democrazia, proclamata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che vuole affermare lo stretto legame tra la democrazia stessa e l'affermazione della libertà e della dignità umana. Legame che si realizza con la conquista e la cura dei diritti dell'uomo ogni giorno.

Il 15 settembre è una giornata simbolo in tutto il mondo, che ci ricorda quanto preziosa sia la Democrazia e quanto vada tutelata, quanto a fronte di un diritto corrisponda comunque un dovere da parte dei cittadini e della società.

Sappiamo che non tutti i Paesi hanno lo stesso livello di libertà riconosciute, di coinvolgimento dei cittadini nelle decisioni e di riconoscimento dei Diritti Umani. San Marino non fa eccezione, pur essendo collocato geograficamente in Europa, circondato da Paesi considerati più evoluti e democratici al mondo.

Tale ricorrenza, infatti, combacia proprio con il periodo elettorale del Referendum sulla depenalizzazione e legalizzazione dell'Interruzione volontaria di Gravidanza, che chiede la libertà di scelta per le donne e le coppie, una tutela sanitaria garantita e la non criminalizzazione della donna stessa. È proprio il voto la massima espressione della Democrazia per ogni cittadino, potendo esprimere direttamente la propria posizione, ogni singolo voto può fare la differenza.

Il voto è un diritto appunto, ma anche un dovere, e RETE sente di dover richiamare ogni cittadino al senso di responsabilità andando a votare il 26 settembre prossimo ed esprimere la propria posizione sul Referendum.

RETE ha già espresso la sua posizione favorevole in merito, ma oggi va ricordato che spetta ad ognuno di noi, favorevoli o contrari, dare il nostro contributo per costruire un Paese più equo, inclusivo e nel pieno rispetto dei diritti umani.

Fonte: RETE