domenica 10 ottobre 2021 07:54
RASSEGNA STAMPA

San Marino. Questo casinò non s'ha da fare

San Marino. Questo casinò non s'ha da fare

Questo casinò non s'ha da fare

I tentativi di aprire una casa da gioco sul Titano risalgono alla seconda metà dell’800

DAVIDE PEZZI (a cura di). Con la poco edificante vicenda legata ai tentativi dell’ex Reggente Palamede Malpeli di aprire una casa da gioco sul Titano, anche a costo di falsificare documenti ufficiali, come abbiamo visto, si chiude la serie di tentativi analoghi del XIX secolo. Il nuovo secolo vede subito, nel 1904, una nuova proposta da parte del sammarinese Olinto Amati, che viene immediatamente accusata, dal periodico “Il Giovane Montefeltro”, di immoralità. Accuse cui Amati risponde così: “Se tutto quanto viene proposto e permesso in Italia ed in qualunque altro stato d’Europa anche avente forma Repubblicana, perché non deve essere permesso a San Marino?… Io ho sempre combattuto aspramente, in paese e fuori, l’impianto di una bisca, e analogamente risposi quando anche da un Console della Repubblica fui richiesto verbalmente dell’accoglienza che sarebbe stata fatta a S. Marino ad un tale progetto”. (...)

Tratto da L'informazione di San Marino

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782