mercoledì 30 settembre 2020 07:42
RASSEGNA STAMPA

Coronavirus, "Immuni" ha poco appeal a Rimini

Coronavirus,

"Immuni", l’app non è virale: solo 2mila la utilizzano

MANUEL SPADAZZI - I riminesi sono ancora poco Immuni al virus. Nonostante nell’ultimo mese, per effetto della risalita dei contagi, siano aumentati in Italia quelli che hanno scaricato la app “Immuni” (siamo a oltre 6,5 milioni), è ancora modesto il numero degli utenti attivi che la impiegano. L’applicazione è stata ideata per avvertire tempestivamente chi ha avuto i contatti con un positivo da Covid, e prevenire in questo modo focolai. Più persone la utilizzano e più la app si rivela efficace. L’Emilia Romagna spicca su tutte le altre regioni, con circa 34mila utenti attivi. È la provincia di Bologna a svettare con quasi 10mila, al secondo posto Modena (5.581), al terzo Parma (3.303). Rimini è invece una delle province con meno utenti attivi in Emilia Romagna: sono 2007 in tutto, secondo gli ultimi dati disponibili. Fa peggio solo Piacenza, con 1.867 utenti attivi. Sarà anche per questo che, fino a oggi, i riminesi che si sono rivolti all’Ausl oppure agli ambulatori privati per sottoporsi a test sierologici e tamponi dopo aver ricevuto una notifica da ‘Immuni’ si contano sulle dita di una mano. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782