Accadde lunedì 17 febbraio 1862

Il Conte Cibrario respinge, in una lettera al Primo Ministro italiano Bettino Ricasoli, le accuse alla Repubblica di tramare contro l’Italia. Ed avanza il sospetto che si cerchi malignamente di far cadere quell’antico nido di libertà in disgrazia del Governo del Re.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy