A COPENAGHEN SBANCANO I VINCITORI DEL SAN MARINO

Curiosità dal mondo del pianoforte: i due vincitori delle prime due edizioni del Concorso di San Marino, Sofya Gulyak ed Evgheny Brakhman, vincono ex-aequo il ricchissimo Concorso Tivoli di Copenhagen, 30mila euro in denaro e una lunga serie di concerti in Nord Europa seguiti da una potente agenzia di management. E il terzo classificato in settembre concorrerà al concorso di San Marino.

SAN MARINO – Mentre 110 pianisti di 45 diverse nazioni stanno passando la propria estate per prepararsi alla terza edizione del concorso di San Marino che si svolgerà dal 18 al 28 settembre al Teatro Concordia di Borgo Maggiore, dal Nord Europa giunge una bella e curiosa notizia per la vita del concorso: i due vincitori assoluti delle due prime edizioni del San Marino, l’ucraina Sofya Gulyak e il russo Evgheny Brakhman, hanno letteralmente “sbancato” una decina di giorni fa al prestigioso Concorso Tivoli di Copenaghen. La giuria danese, che si svolge nell’avveniristica Tivoli Concert Hall della capitale (1800 posti e un’acustica fenomenale, nella foto sopra), letteralmente conquistata dal valore di questi due artisti ormai “adottati” dalla Repubblica di San Marino, ha deciso di assegnare loro ex-aequo il primo premio tra il tripudio generale del pubblico e degli osservatori internazionali al termine della loro prova con la Tivoli Symphony Orchestra diretta da Roman Kofman. E ha assegnato il terzo premio all’israeliano Yoran Kholberg, che in settembre sarà nella città del Titano per conquistare l’alloro sammarinese. «È un’ulteriore conferma del livello raggiunto in sole tre edizioni (la cadenza è biennale) – racconta entusiasta al telefono Simonetta Agarici che assieme al marito Roberto Stefanelli per l’Associazione Allegro Vivo organizza il concorso – ed il fatto che ai due primi vincitori del San Marino si prospetti una carriera nel Nord Europa attraverso una potente agenzia di management che fra i propri artisti conta i nomi di András Schiff, Krystian Zimerman e Maurizio Pollini, non potrà che portare lustro alla nostra iniziativa. Il Concorso Tivoli di Copenaghen, che come il San Marino è membro della Alink-Argerich Foundation presieduta dalla grande Martha Argerich, invita ogni anno un selezionatissimo numero di concorrenti (12) e li sottopone ad una serie di prove di grande impegno. Il fatto che la giuria, presieduta dal pianista Boris Berman, non abbia saputo decidersi fra Gulyak e Brackhman e abbia loro assegnato addirittura un primo premio “ex-aequo” col quale si spartiranno equamente il montepremi di 30mila euro e gli ingaggi nei maggiori teatri danesi, significa che San Marino ha saputo individuare due campioni assoluti del pianismo internazionale già nelle sue prime edizioni. Ed è di ottimo auspicio – conclude Simonetta Agarici – la presenza fra i concorrenti del nostro concorso in settembre, di colui che a Copenaghen è risultato terzo, l’israeliano Yaron Kholberg».


Il Concorso Pianistico Internazionale “Repubblica di San Marino”, che si svolgerà dal 18 al 28 settembre al Teatro Concordia di Borgo Maggiore, è sponsorizzato da Fondazione San Marino Cassa di Risparmio ed Ente Cassa Faetano Banca di San Marino e gode del patrocinio della Ecc.ma Reggenza e di tre Segreterie di Stato.

Informazioni: www.allegrovivo.org.

San Marino, 11 agosto 2008

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy