A Rimini già seicento bambini e ragazzi salvati dalla guerra in Ucraina

Attivata la collaborazione con i centri Cas e Sai dove verranno preparati oltre 100 posti letto

Sono 1.217 i profughi che Rimini ha accolto tra le sue case e i suoi alberghi, salvando 580 bambini dalla guerra, insieme a 637 adulti, di cui 591 donne e 46 uomini.

Numeri ufficiali diffusi ieri mattina in prefettura, nell’ambito del Tavolo di coordinamento istituito per la gestione dell’accoglienza dei profughi ucraini. Determinante, afferma il prefetto Giuseppe Forlenza, porre «costante attenzione alla registrazione di tutti gli ospiti, ovunque essi abbiano trovato accoglienza. Operazione necessaria per un’adeguata prosecuzione della permanenza in Italia anche in relazione all’assistenza sanitaria, tra cui le vaccinazioni, e non solo quelle per il Covid-19, e alla prosecuzione dei percorsi scolastici per i bambini e i ragazzi». (…)

Articolo tratto da Il Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy