A San Marino, a breve, il Crocifisso di Michelangelo

David Oddone di L’Informazione di San Marino, a proposito del Crocifisso di Michelangelo,  ha sentito a New York Giorgio
Hugo Balestrieri
,  fino a pochi mesi indagato dalla Procura
antimafia di Reggio Calabria
.

“La scultura lignea de ‘II Cristo’ sarà messa in sicurezza nella Repubblica di San Marino, a disposizione di studiosi quale il Dott. Boccardelli e Padre Pfeiffer”.

Insomma l’inestimabile reperto sarà presto sul Titano.

Dietro al Cristo tuttavia ci sarebbe anche la ‘ndrangheta. Una brutta storia sulla quale sta indagando la Dda di Reggio Calabria.

Per la legge italiana infatti, Balestrieri sarebbe latitante, perché sul suo capo pende un mandato di cattura dell’Antimafia che indagava sul porto di Gioia Tauro e sulla cosca della ‘ndrangheta legata a Rocco Molè.

Balestrieri dal canto suo respinge ogni addebito, anzi si dice proprio vittima delle cosche dalle quali avrebbe salvato il Cristo. Avrebbe inoltre già consegnato un memoriale sulla vicenda al procuratore nazionale antimafia italiano Piero Grasso quando venne a New York il 14 ottobre 2009 per la presentazione di un libro.

 

Meteo San Marino di N. Montebelli  

Vignette di
Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia sammarinese

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy