A San Marino esposto per Sopaf bloccato da Andreoli

Paride Andreoli, Presidente di Partito Socialista Riformista Sammarinesequel documento per chiedere al presidente della commissione Giustizia di adoprarsi per aprire, a San Marino,
un’analoga indagine a quella della Procura di Forlì, non l’ha proprio voluto firmare a dispetto del segretario politico del suo partito che invece la firma l’avrebbe messa volentieri.

Lo scrive Antonella Zaghini di La Voce di Romagna – San Marino a proposito della presunta tangente Sopaf, all’attenzione dei Sostituti Procuratori della Repubblica di Forlì, Fabio Di Vizio e Marco Forte (indagine Varano).

Il documento in questione mirava a ‘mettere in atto iniziative al fine di consentire una analoga indagine, anche a San Marino, in linea con l’esposto peraltro

depositato, in questi giorni,‘ da Sinistra Unita. Tutti i commissari Commissione Giustizia dei partiti di minoranza (ex coalizione Riforme e Libertà) si erano detti disponibili alla firma (compreso Simone Celli, Segretario Psrs), ma poi non si è fatto nulla ‘per il diniego, all’ultimo minuto, del Psrs‘.

Scrive ancora la Zaghini: ‘per ragioni che sfuggono – ma c’è chi parla di un possibile contatto fra Paride Andreoli e lo scudocrociato Gabriele Gatti – ecco arrivare il ‘no, non si firma’. Il Presidente ha avuto la meglio sul suo segretario politico, fra l’altro componente della stessa commissione Giustizia‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy