A San Marino si può. Il tam tam fra gli immigrati in Italia

Continuano sui siti internet della immigrazione italiana gli annunci che nella Repubblica di San Marino è possibile sposarsi anche se non si ha il permesso di soggiorno, come invece non è più ammesso in Italia dopo il varo della legge sulla sicurezza.

Prima dell’emanazione di questa legge le coppie che si sposavano a San Marino
erano una quindicina l’anno. Dopo l’approvazione sono diventate settanta. E sono
continuate ad aumentare, al punto che San Marino – da buon affarista, ha alzato
i prezzi. Sposarsi li’ costa fra i 300 e i 1000 euro, ma nonostante i prezzi
decisamente elevati tante sono le coppie composte da un italiano e un
irregolare, o tra uno straniero regolare in Italia e un clandestino, che
decidono di investire questa somma in cambio di una carta di soggiorno.
Evidentemente il gioco vale la candela: bastano un passaporto valido e un
certificato di stato libero e atto di nascita, emessi dal Comune del Paese
d’origine, tradotti e timbrati dal consolato in Italia e legalizzati dalla
Prefettura. E sul web si trovano dettagliate “istruzioni per l’uso”.

Leggi l’articolo di Emmanuela Bertucci, immigrazione.aduc.it

Leggi sulle dichiarazioni dell’On.le Pini

 



 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy