A Savignano accoltellata Tamara Cantelli, la voce storica di Radio Gamma

“Mia sorella gridava e perdeva tanto sangue”

MARIO GRADARA – “Mi hanno tagliato via una mano, mi hanno tagliato una mano”. Sono le parole disperate che urlava Tamara Cantelli, voce storica di Radio Gamma e albergatrice a Bellaria, ferita con una coltellata martedì alle 19.45, appena rientrata in casa, dopo aver condotto un programma radiofonico pomeridiano, nel centro di Savignano dove abita con il marito Stefano Gori mentre stava per richiudere la porta. L’aggressore l’ha seguita e poi aggredita, rubandole la borsa, ritrovata ieri mattina vicina all’abitazione, insieme al telefono cellulare. “Mia sorella perdeva sangue a fiotti e credeva le avessero tagliato la mano – racconta il fratello Luca ’Robertino’ Cantelli, che gestisce uno dei due alberghi di famiglia, il ‘Parini’, mentre la sorella gestisce l’hotel Bellaria –. Invece aveva perso sensibilità per la recisione dei tendini della mano sinistra. Poteva andarle molto peggio, se quell’uomo l’avesse colpita al collo. Mio cognato era al piano sopra di casa, l’ha sentita urlare, è sceso col cuore in gola e ha trovato un lago di sangue. Ha subito chiamato i soccorsi. L’hanno portata al Bufalini di Cesena. Dove è stata operata d’urgenza fino all’una e mezza di notte, per ricostruirle l’arteria radiale recisa. Poi questa mattina (ieri, ndr) un altro intervento ai tendini spezzati. La terza operazione gliela faranno al polso, per la lesione allo scafoide”. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy