Alessandro Rossi (Su): ‘voto estero, mai più merce di scambio’

Alessandro Rossi ha guidato con successo Sinistra Unita all’operazione che ha portato alla
abolizione

per i cittadini della Repubblica di San Marino residenti all’estero della possibilità di esprimere preferenze nelle elezioni politiche a partire dalle prossime previste per novembre.

Ha dichiarato Rossi a Francesca Biliotti di Corriere Romagna-San Marino: ‘una classe politica matura non dovrebbe utilizzare in modo becero la possibilità di avere i voti di preferenza degli elettori esteri, che sono usati come merce di scambio‘.

Secondo Nuovo Partito Socialista si è posto fine ‘a un malcostume politico che aveva toccato livelli di degrado assolutamente insopportabile.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy