Anche a San Marino arriva il riconoscimento giuridico dell’Ordine degli infermieri e degli infermieri pediatrici

Nella Giornata Internazionale dell’Infermiere i Segretari di Stato Roberto Ciavatta e Massimo Andrea Ugolini annunciano il prossimo riconoscimento giuridico dell’Ordine professionale per infermieri e infermieri pediatrici.

 

Oggi, 12 maggio, si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale dell’Infermiere, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica verso l’importanza di questa figura nell’ambito della sanità mondiale. La data scelta per questa ricorrenza non è casuale: è una giornata in onore di Florence Nightingale, infermiera britannica nota come “la signora con la lanterna”, considerata la madre dell’infermieristica moderna, nata il 12 maggio del 1820 a Firenze.

Solo in questi ultimi anni, a causa della pandemia da Covid-19, la figura dell’infermiere ha visto riconoscersi gli importanti meriti professionali, insegnandoci ad apprezzare ancora di più il loro importante contributo sia all’interno dell’ospedale sia sul territorio. Un’importanza scandita anche dallo slogan scelto dall’Associazione Infermieri Sammarinesi per celebrare la ricorrenza di quest’anno: “L’infermiere è futuro”.   

Un’importanza confermata anche dalla politica e che ha visto questa mattina, nella conferenza stampa convocata all’interno dell’Ospedale di Stato, il Segretario di Stato per la Sanità Roberto Ciavatta insieme al Segretario di Stato per la Giustizia e la Famiglia Massimo Andrea Ugolini annunciare il riconoscimento giuridico dell’Ordine degli infermieri e degli infermieri pediatrici. 

“Un traguardo raggiunto con ritardo – ha affermato Ciavatta nel suo discorso – che celebra e qualifica la figura fondamentale per il funzionamento del sistema sanitario sammarinese. L’istituzione dell’Ordine non è un premio, ma un dovere, deontologico prima di tutto. Ma non solo, permetterà infatti agli infermieri che operano a San Marino di usufruire di moltissime possibilità formative nella vicina Italia che oggi erano precluse, accrescendo così le proprie competenze e permettendo, una volta ottenuto il reciproco riconoscimento, ai nostri professionisti di poter esercitare anche in Italia”.

“Gli infermieri, come ricordato dal Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyes – ha proseguito Ciavatta – sono la spina dorsale di qualsiasi sistema sanitario. Con più infermieri operativi nelle corsie degli ospedali, infatti, migliora l’assistenza e si registra un calo del 7% nelle possibilità di morte del paziente e di riammissione in ospedale dopo un precedente ricovero. Lo ha dimostrato un corposo studio pubblicato su The Lancet. Questa giornata è un’occasione per ringraziare, una volta di più, tutto il personale dell’Istituto Sicurezza Sociale dell’Ospedale di Stato della Repubblica di San Marino per il profuso impegno di questi mesi”.

 

Ha infine concluso ricordando come “L’impegno di questo Governo nel valorizzare questa professione è evidente negli atti realizzati, a partire dalla stabilizzazione delle figure professionali all’interno dell’ISS degli anni 2020 e 2021 oltre che ai numerosi incontri con l’Università di San Marino e i vicini atenei italiani per creare in Repubblica nuovi percorsi formativi e per reclutare nuove risorse per il nostro sistema sanitario”.

Ha poi preso la parola il Segretario di Stato per la Giustizia Massimo Andrea Ugolini: “Mi associo al collega Ciavatta nei ringraziamenti e nella riconoscenza per tutto il lavoro svolto dagli infermieri del nostro Ospedale di Stato, soprattutto in questi ultimi anni. L’iter che porterà al riconoscimento dell’Ordine sarà completato nelle prossime settimane dove andremo quindi con relativa delibera ad aggiornare la legge 28 del 1991 sulla libera professione.  La bozza dello statuto è nella fase dei ritocchi formali e il codice etico è già stato predisposto con il supporto dalla Comitato Sammarinese di Bioetica. Il riconoscimento dell’Ordine si inserisce in un progetto più ampio di aggiornamento degli ordini delle professioni sanitarie con l’intenzione di creare anche tutte quelle strutture – che in Italia sono presenti da anni – anche per le altre professioni quali farmacisti, ostetriche, veterinari e le altre professioni tecniche”.


Ha infine preso la parola Andrea Ugolini, Vice Presidente dell’Associazione Infermieri Sammarinesi, ringraziando il Governo di “aver preso in carico le nostre richieste fin dal primo giorno, capendo la fondamentale importanza delle stesse. Ringrazio anche il lavoro degli avvocati Bonelli e Selva,  nonché del Segretario Particolare alla Sanità Christian Ferrari”. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy