Anche San Marino collabora alla ‘senza dimora’, Gdf

Il Segretario di Stato all’Industria, Marco Arzilli, fa sapere che le autorità e gli uffici pubblici della Repubblica di San Marino hanno collaborato e collaborano con gli investigatori della indagine ‘senza dimora‘ (cioè una  classica frode
carosello
), avviata e portata avanti dalla Guardia di Finanza di Rimini.

La Segreteria
di Stato per l’Industria l’Artigianato ed il Commercio, a seguito
della notizia dell’indagine della GDF di Rimini su una maxi evasione fiscale da
296 milioni di euro, esprime 
soddisfazione per il ruolo  attivo
e collaborativo dimostrato  dalle
istituzioni della Repubblica di San Marino nella lotta alle frodi fiscali che
creano distorsione nell’interscambio con l’Italia, un ruolo importante  dimostrato e riconosciuto anche in questa
occasione. La Segreteria  ringrazia gli uffici Sammarinesi di Controllo
e Vigilanza sulle attività economiche(UCVAE) 
e l’ufficio centrale di collegamento (CLO)  e di chi collabora con loro  per l’instancabile lavoro profuso nella lotta
alle frodi e  per i risultati
raggiunti  nell’interesse di difendere l’
economia sana   della Repubblica, Economia composta, teniamo a
sottolinearlo, da imprese reali che generano economia, lavoro e danno
ricchezza certa  al Paese. La Segreteria
intende invece ribadire che  le  attività  fraudolente 
non solo hanno creato enormi problemi  ma non hanno generato alcun vantaggio
economico allo Stato.
(comunicato stampa)

Guarda
le previsioni meteo di N. Montebelli

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy