Arrivano a San Marino le rogatorie per Re Nero

Adesso cominciano ad arrivare a San Marino le rogatorie dalla procura di Forlì per l’indagine (Re Nero) sui rapporti fra l’istituto di credito sammarinese Asset Banca e
San Marino Asset Management in collegamento con la Banca di Credito e Risparmio di Romagna.

Nell’indagine sono 10 gli arrestati di cui 5 ancora in carcere e 5 agli arresti domiciliari o per ragioni di età o perché hanno collaborato cominciando ad ammettere qualche responsabilità.
Fra i 5 ancora in carcere ci sono anche Stefano Ercolani, presidente, Barbara Tabarrini, direttore generale e Stefano Venturini, membro del Consiglio di Amministrazione di Asset Banca e di Banca di Credito e Risparmio di Romagna di Forlì.
Per tutti e tre i sammarinesi gli avvocati hanno presentato richiesta di revoca del mandato d’arresto (o, in subordine, arresti domiciliari) al Tribunale della Libertà di Bologna.
Sono pure ancora in carcere Valerio Abbondanza e Stefano Galvani rispettivamente consigliere e presidente del collegio sindacale di Banca di Credito e Risparmio di Romagna di Forlì.
La Voce di Romagna in un articolo firmato ‘Simple’ riferisce dell’interrogatorio a Forlì di alcuni dipendenti di Asset Banca che avrebbero fatto da ‘vettori’ di danaro in nero sotto un titolo preoccupante: ‘ Per gli investigatori la banca di S. Marino è crocevia di enormi fondi neri. A Forlì solo la punta dell’iceberg‘.

Effettivamente l’indagine Re Nero potrebbe dare un

colpo durissimo al sistema bancario e finanziario sammarinese.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy