Arrivano i fondi europei per il turismo di San Marino

Il segretario di Stato per il Turismo, Federico Pedini Amati, ha sottoscritto oggi a Bruxelles un agreement a sostegno dei progetti di promozione turistica con l’European Travel Commission e le regioni Marche ed Emilia Romagna.

Lo annuncia la segreteria di Stato per il Turismo, facendo sapere in una nota che “è una firma di grande prestigio quella che il segretario di Stato per il Turismo Federico Pedini Amati ha apposto questa mattina a Bruxelles sul contratto che regola l’adesione della Repubblica di San Marino alla strategia ‘Horizon 2022’, il progetto di sviluppo del marketing strategico in ambito turistico dell’European travel commission, co-finanziato dall’Unione europea; assieme a lui, al tavolo delle firme, nella città simbolo dell’Europa unita, il direttore esecutivo di European travel commission, Eduardo Santander“.

L’European travel commission è “un’organizzazione internazionale alla quale aderiscono 33 Organizzazioni nazionali del turismo in Europa ed è finanziata direttamente dalla Commissione europea con l’obiettivo di promuovere e sviluppare iniziative di promozione per i territori dell’Unione europea“.

La Repubblica di San Marino è “membro dell’Etc ormai da anni ma, per la prima volta oggi, grazie a un prestigioso lavoro di squadra insieme alle Regioni Marche ed Emilia Romagna e anche grazie alla nascita nel 2019 del Tavolo turistico territoriale, riesce ad accedere a un programma comune di attività promozionale cofinanziato dalla Commissione europea per la promozione di prodotti turistici tematici transeuropei e per la promozione congiunta di Destination Europe”.

Gli obiettivi generali del programma dettati dagli organismi internazionali sono quelli di “rafforzare la fiducia dei consumatori nei viaggi e nel turismo durante e dopo la pandemia da Covid-19 e di costruire un’immagine distintiva dell’Europa come destinazione di viaggio, contribuendo così a mantenere la sua posizione di leader di mercato mentre nello specifico, i fondi destinati alla Repubblica di San Marino serviranno per sostenere gran parte dei progetti di comunicazione e promozione legati al Tavolo turistico territoriale, ovvero la promozione del turismo slow e outdoor, della vacanza-attiva, dei percorsi naturalistici e religiosi e del turismo matrimoniale (wedding destination)”.

Le strategie presentate per larga parte “prevedono la realizzazione di campagne online e digitali, l’Etc ha approvato la promozione del territorio sammarinese attraverso l’utilizzo di tourism-influencer nello specifico per l’area Europa, per gli Usa, il Canada e il Brasile”.

Il piano di co-finanziamento “metterà a disposizione dello sviluppo digitale dei progetti turistici sinergici di San Marino, Marche ed Emilia Romagna un totale di 190mila euro, dei quali il 50% a fondo perduto è coperto appunto dall’Unione europea; per la prima volta un’iniziativa sammarinese avrà ‘la firma’ dell’Unione europea che ora, anche nella comunicazione, apparirà con i loghi di Europe-visiteurope.com, il riferimento al cofinanziamento dell’Unione europea e l’emblema dell’Ue”.

Federico Pedini Amati (segretario di Stato per il Turismo) dichiara: “Sono davvero orgoglioso di aver apposto la mia firma sotto questo accordo grazie al quale la Repubblica di San Marino potrà ricevere fondi dell’European travel commission destinati allo sviluppo turistico transanazionale da parte dell’Unione europea. È la prima volta che il nostro Paese riesce ad intercettare questo tipo di bandi e credo di poter dire che abbiamo aperto una strada. Investiremo la cifra che ci viene destinata in progetti sinergici di promozione digitale e online insieme alle Regioni Marche ed Emilia Romagna che abbiamo coinvolto nel progetto e che ringrazio di cuore. Consentitemi di ringraziare tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita di questo progetto a partire dallo staff della segreteria di Stato per il Turismo, e in particolare Loretta Zafferani, che, assieme ai nostri consulenti Stefano Moroncelli e Massimo Feruzzi, ha dialogato costruttivamente con l’European Travel Commission per rendere possibile tutto questo. Importante e proficua la collaborazione con le Regioni Marche ed Emilia Romagna con le quali il dialogo è sempre sereno e costruttivo. Ora abbiamo qualche mese per fare in modo che i contenuti dell’agreement siglato oggi arrivino alla realizzazione, lavoreremo con impegno per non deludere le attese che gli organismi europei hanno riposto nella Repubblica di San Marino. Mi sia concesso ancora una volta di ricordare Mauro Maiani, focal point di Etc per San Marino per tanti anni, il primo a credere che anche il nostro Paese potesse beneficiare dei bandi europei in ambito turistico”.

Eduardo Santander (executive director European travel commission) afferma: “L’accordo firmato oggi con San Marino non è un semplice accordo di finanziamento di un progetto di promozione turistica, è un il passo più importante di un percorso iniziato tanti anni fa dall’amico Mauro Maiani e concretizzato grazie al pragmatismo e all’impegno del segretario di Stato Federico Pedini Amati e dei suoi consulenti. Con questa firma mandiamo un messaggio ai grandi Paesi ai quali diciamo che è possibile collaborare concretamente con i piccoli e ai piccoli Paesi ai quali diciamo che gli organismi internazionali e l’Europa prendono seriamente in considerazione anche le loro esigenze. Non è un momento facile per il turismo, prima la pandemia, oggi la guerra in Ucraina, ma anche in questi giorni di incertezza dobbiamo guardare il futuro con ottimismo, uniti, come San Marino, l’Italia con le sue regioni Marche ed Emilia Romagna, gli organismi internazionali come l’European travel commission e l’Unione europea”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy