Calcio: Intervista a Sorin Radoi (ex Santarcangelo)

Circa un mese fa ho intervistato, da parte di Libertas.sm, il calciatore Sorin Radoi.

Radoi è nato il 16 gennaio del 1990 in Romania e di mestiere fa l’attaccante.

Il giovane rumeno ha giocato per 2 anni nel Santarcangelo Calcio in Serie D dopo aver collezionato 54 presenze con la maglia gialloblù condite da 13 gol.

Dopo aver aiutato i romagnoli ad ottenere una storica promozione in Lega Pro, Radoi è stato acquistato nello scorso giugno dal Siena a titolo definitivo.

Il club toscano, qualche settimana dopo, ha deciso di girarlo al Pavia (in comproprietà per 3 anni) cosicché possa fare un po’ di esperienza nel calcio professionistico.

Finora Radoi non ha potuto mettersi in mostra nel team lombardo perchè ha subito un grave infortunio che gli ha impedito di giocare durante la prima parte di stagione.

Qui di seguito troverete la pubblicazione dell’intervista fatta a Sorin Radoi: buona lettura!!!

Un infortunio ti ha impedito di giocare regolarmente in campionato. In questo momento come stai fisicamente e psicologicamente?

“Fisicamente sto abbastanza bene invece psicologicamente non ancora, purtroppo non riesco a non pensarci al dolore che ho provato alla mia gamba”.

Chi dei tuoi compagni ti ha aiutato ad ambientarti nella tua nuova squadra?

“Quelli più vecchi mi hanno aiutato dandomi un po’ di consigli, ci sono dei ragazzi bravi in squadra”.


L’anno scorso eri stato convocato da mister Magrini nella Rappresentativa nazionale di serie D. In futuro ti piacerebbe rappresentare la Romania al fianco di Mutu e di Chivu?

“Sarebbe bello per me giocare al fianco di Adrian Mutu e di Christian Chivu, due grandissimi campioni”.

Nel 2011 eri stato uno dei calciatori più decisivi nella promozione del Santarcangelo in Lega Pro. Qual è il tuo obiettivo per il 2012?

“Il mio obiettivo principale, ora come ora, è riprendere a giocare e stare bene come l’anno scorso”.


Attualmente il Pavia è ultimo in classifica in Prima Divisione Lega Pro. C’è ancora qualche possibilità di salvarsi dal pericolo della retrocessione?

“Sì, ci sono ancora molte probabilità di salvarsi perchè poi siamo quasi tutti vicini come punti quindi è ancora lungo il campionato”.

Com’è il tuo rapporto coi tifosi lombardi? C’è qualche differenza con quelli del Santarcangelo?

“Essendo ultimi in classifica, i tifosi sono un po più duri adesso con noi, è normale come cosa. A Santarcangelo, invece, la tifoseria è molto più tranquilla, non è che ci sono mai stati tanti tifosi, alla fine era la gente il tifo”.


In estate sei stato acquistato dal Siena che poi ti ha ceduto in comproprietà al Pavia. Ti piacerebbe rimanere ancora nel Pavia o vorresti giocare in futuro nel Siena?

“Andare al Siena è uno dei miei grandi obiettivi che vorrei conseguire. Per adesso penso a voler far bene con addosso la maglia del Pavia per poi un giorno andare a giocare nel club senese”.

 

Da oggi Libertas.sm è anche su Facebook, diventa fan cliccando qui!!!

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy