Carisp San Marino (Varano), Mularoni (Esteri) e le – incerte – regole

Nell’indagine Varano il quadro delle regole nel quale sono state prese decisioni così dure ed eclatanti è tutt’altro che certo e definito anche per Antonella Mularoni, Segretario di Stato per gli Affari Esteri, che rilascia una dichiarazione ad Antonella Zaghini di La Voce di Romagna – San Marino, tenendo presente quanto affermato dal procuratore capo di Forlì dr.
Manfredi Luongo in una intervista a Lionello Mancini di IlSole24Ore.

Ha detto in proposito il Segretario di Stato Mularoni:
E’ un punto controverso. Per la procura di Forlì, dal momento dell’entrata in vigore della direttiva europea, si dovevano usare per le operazioni con gli operatori finanziari sammarinesi determinati codici. Ma fra l’Italia e San Marino è operativa la Convenzione valutaria del ’91, sancita anche dalla
sentenza della Cassazione. Senza entrare nel merito delle specifiche inchieste giudiziarie, dire che le banche sammarinesi facevano riciclaggio solo perchè nelle operazioni con la controparte italiana si usavano gli stessi codici degli operatori italiani, fra l’altro attribuiti loro dalle autorità italiane, è un castello che politicamente non possiamo accettare. Questo attacco indifferenziato al sistema San Marino ci lascia molto perplessi
‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy