CIMBERIO SAN PATRIGNANO – DADO SAN MARINO 89 – 68

Al Palasanpa abbiamo assistito – non senza un pò di amaro in bocca – ad una serata sottotono dei biancazzurri; dopo la bella impresa con l’Aics, Rossini e compagni ritornano immediatamente coi piedi per terra, Sanpa vince per distacco.
I Titani lasciano strada a San Patrignano fin dal primo quarto, quando già al 4’ il calvario stagionale di Danilo Fabbri segna una nuova tappa; auguri di pronta guarigione all’ala riminese, lo stop di questa sera sembra però più grave dei precedenti.
I locali confermano subito che imponendo il loro gioco ad alti ritmi possono fare la differenza anche in un campionato così equilibrato; coach Foschi trova risposte più che positive anche dalle seconde linee, all’inizio da Bernabini (7 punti nel 23-16 del primo quarto), lanciato in quintetto al posto dell’infortunato Percan, nel prosieguo anche da De Martin (12 punti tutti nella seconda metà gara).
Per la truppa di Del Bianco è un sottotono non generalizzato, perché Mantani, Agostini e Tentoni chiuderanno la gara oltre il 20 di valutazione; tutti gli altri, invece chiudono con valutazione negativa, in una serata dove sarebbe stato necessario, al contrario, l’apporto di tutto il roster a disposizione, ed una totale intercambiabilità delle pedine.
Al 12’30” Sanpa è già sul 32-16, Benzi e Vandi spingono bene nelle prime battute ma il primo ribaltone arriva con un’accelerazione di Ronci (già 14 all’intervallo); l’attacco del team Dado non trova sbocchi e si prova a restare a galla con le giocate di Mantani (anche lui 14 dopo 20’), gli altri non trovano gloria, l’unica fase positiva è quella che conduce dal 40-23 del 16’ all’intervallo, a cui si giunge sul -10 dopo essere stati anche sul 37-46 al 19’.
Con Fabbri out già da tempo, nel terzo parziale nessuno tra i biancazzurri sembra in grado di prendere in mano il timone e San Patrignano, senza particolari giochi di prestigio, a metà del terzo quarto è nuovamente sul +20.
Divario che resterà pressoché immutato fino al 40’, con i due quintetti che lottano allo sprint per aggiudicarsi la differenza canestri (all’andata 72-52 Dado); anch’essa finisce nelle tasche di coach Foschi proprio sulla sirena.
Sabato prossimo il team Dado è in scena a Bertinoro sul parquet dello capolista Scirea.
IL TABELLINO: Cimberio San Patrignano – Dado San Marino 89 – 68 (23-16; 49-39; 73-50)
Cimberio San Patrignano: Pari, Vandi 24, Bernabini 10, Benzi 19, Zaghini, De Martin 12, Domeniconi M 2, Montanari 2, Calegari, Ronci 20 . All.: Foschi.
Dado San Marino: Casadei, Rossini 8, Rizzo 1, Agostini 19, Mantani 22, Cardinali 3, Fabbri 2, Dall’Olmo, Tentoni 13, Taddei ne. All.: Del Bianco.
Arbitri: Fauché di Modena e Gargiulo di Bologna.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy