Circolare Banca d’Italia: ‘Rapporti con soggetti residenti nella Repubblica di San Marino’

La circolare della Banca d’Italia che detta le modalità a cui devono attenersi gli istituti bancari italiani nei rapporti con banche, finanziarie, società, aziende, operatori e singoli cittadini sammarinesi, è intitolata (oggetto): ‘Antiricilaggio. Rapporti con soggetti residenti nella Repubblica di San Marino’.

La circolare è stata diffusa nei primi giorni del 2009 dalla Filiale di Forlì ad un anno esatto della indagine Re Nero avviata proprio a Forlì dal procuratore Fabio di Vizio.

L’indagine partì dai collegamenti, ritenuti irregolari, di Banca di Credito e Risparmio di Romagna di Forlì con le sammarinesi Asset Banca e San Marino Asset Management .

Accuse mosse al momento: associazione a delinquere finalizzata alla commissione dei delitti di attività bancaria e finanziaria abusiva, ostacolo alle autorità pubbliche di vigilanza, riciclaggio di danaro di appropriazione indebita, raccolta del risparmio ed esercizio del credito abusivi, riciclaggio e falso.

La Banca di Credito e Risparmio di Romagna tra l’altro avrebbe offerto agli imprenditori, un “servizio di riciclaggio” di denaro sottratto e nascosto all’imposizione fiscale, provvedendo a trasferire i capitali illeciti alla Asset Banca Sammarinese, attraverso i vettori messi a disposizione dalla stessa banca.

Leggi il testo della circolare della Banca d’Italia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy